Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Ottobre - ore 08.25

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Sciopero Provincia: oltre il 70 % di adesione

I rappresentanti sindacali: "Un dato che consegna alla politica una grandissima responsabilità. Legge di Stabilità è ultimo treno utile per evitare il baratro".

Sciopero Provincia: oltre il 70 % di adesione

La Spezia - Oltre il 70% dei dipendenti della Provincia della Spezia ha aderito allo sciopero nazionale indetto da Cgil, Cisl e Uil lo scorso 6 ottobre. Un dato altissimo, al di sopra della media nazionale che se da un alto testimonia il successo dell'iniziativa volta a chiedere attenzione e soluzioni concrete per questo Ente, dall’altro consegna inevitabilmente alla
politica una grande responsabilità: quella di affrontare finalmente un problema che essa stessa ha creato. Ne sono convinti i tre segretari di categoria Daniele Lombardo, Giorgio Raso e Massimo Bagaglia: "Lo sciopero della Spezia è stato, in termini di partecipazione e solidarietà, certamente un successo ma non un punto di arrivo. Ringraziamo innanzitutto i lavoratori perché fare sciopero è un sacrificio. Ci rivolgiamo poi a tutti i rappresentanti istituzionali e politici che hanno partecipato, con la loro presenza o con un attestato di vicinanza, al presidio del 6 ottobre e chiediamo loro di farsi carico di questa vicenda di malapolitica affinché per la Provincia si apra una nuova fase “costituente”, in termini di risorse economiche e finanziarie. La grande presenza testimonia il fatto che è ormai passata la discussione sulla necessità o meno di abolire le Province. Dopo il nostro appello, destra e sinistra si sono trovate unite sotto il Palazzo del Governo poiché tutti ormai condividono l’idea che l’Ente debba funzionare. Per questo motivo continueremo a chiedere alla politica risposte concrete fino a che ai lavoratori non venga garantita nuovamente la serenità e la dignità che è loro dovuta ed ai cittadini servizi efficienti, strade e scuole sicure. In particolare ci attendiamo che nella prossima Legge di Stabilità, ultimo treno utile per evitare il baratro, sia data risposta alle nostre richieste: risorse economiche, stabilizzazione dei precari e sblocco delle assunzioni. Senza queste tre cose la macchina non può ripartire".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure