Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Aprile - ore 15.32

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Scandalo Asl5, Melis (M5S): "Toti e viale promettono legge sul whistleblowing ma bocciarono nostra proposta"

Scandalo Asl5, Melis (M5S): "Toti e viale promettono legge sul whistleblowing ma bocciarono nostra proposta"

La Spezia - "Se non ci fosse da piangere, ci sarebbe da ridere. C’è voluto un maxi-scandalo nella sanità spezzina, l’ultimo di una triste serie, perché anche l’assessore Viale si accorgesse della necessità in Liguria di una legge seria e chiara sul whistleblowing, che prevede una serie di tutele per i dipendenti che denunciano illeciti all’interno della pubblica amministrazione. Stupisce che ad affermarlo sia la stessa Giunta Toti che due anni fa esatti, dopo l’approvazione della legge sul whistleblowing in Parlamento anche con i voti di Lega e Fratelli d’Italia, bocciò in Consiglio regionale la mozione del MoVimento 5 Stelle per estendere il provvedimento su scala ligure". Così Andrea Melis, consigliere regionale MoVimento 5 Stelle Liguria: "Il codice anticorruzione annunciato dall’assessore Viale è l’ennesima giravolta carpiata di una coalizione di centrodestra incoerente e in confusione totale, che agisce sull’onda dell’emotività e degli eventi, senza una vera e chiara direzione politica. Ovviamente siamo favorevoli ad ogni misura in grado di contrastare il dilagante fenomeno della corruzione nella pubblica amministrazione, soprattutto in un settore delicato come la sanità, ma non possiamo non rimarcare il colpevole ritardo di questa Giunta. Se ci avessero ascoltato quando si era ancora in tempo, oggi la Regione avrebbe già in mano uno strumento efficace per la prevenzione e il contrasto dell’illegalità, senza dover ricorrere a sparate propagandistiche sulla stampa. È questo il modello di governo che ha in mente Toti? Quello che rincorre gli scandali invece di prevenirli? Quello che chiude il recinto dopo che i buoi sono già scappati? Quello che promette fantomatiche leggi e codice a difesa degli onesti ma, quando ne ha avuto l’occasione, si è schierato dalla parte dei ladri?"

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Stagione virtualmente finita in casa Spezia, tempo di bilanci. Chi merita la conferma nel settore tecnico secondo i lettori?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News