Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Agosto - ore 00.20

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Sbarramento, ballottaggio e premio di maggioranza, ecco cosa sono | Foto

Il sistema elettorale per le elezioni comunali è più complesso di quello che si pensi: ecco un compendio per chiarire in quale meccanismo finirà il vostro voto. E attenzione agli apparentamenti (se ci saranno...).

Sbarramento, ballottaggio e premio di maggioranza, ecco cosa sono<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/fotogallery/Elezioni-2017-come-funziona-il-sistema-2384_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Foto</a></span>

La Spezia - Ieri vi abbiamo spiegato (qui) come si può esprimere il voto nel corso delle elezioni amministrative che si svolgeranno domenica 11 giugno, dalle 7 alle 23. Nel ricordare a tutti che per poter accedere alle urne è necessario avere la tessera elettorale (cercatela, senza ridurvi a dover correre in Comune nella giornata di domenica), oggi proviamo a chiarire che ne sarà del vostro voto, ovvero come funziona il sistema elettorale per le elezioni comunali, tra parole come "sbarramento", "ballottaggio" e "apparentamento".

Elezione del sindaco
E' proclamato eletto sindaco il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (50% + un voto). Nel caso in cui nessun candidato ottenga tale risultato, si procede ad un secondo turno di votazione (ballottaggio), che si celebra la seconda domenica successiva (nel nostro caso quella del 25 giugno), tra i due candidati sindaco che hanno ottenuto il maggiore numero di voti validi nel primo turno di votazione.

Ballottaggio e apparentamento
Per i candidati ammessi al ballottaggio rimangono fermi i collegamenti con le liste dichiarati al primo turno. Tuttavia, essi hanno la facoltà, entro sette giorni dal primo turno di votazione, di dichiarare il collegamento con ulteriori liste rispetto a quelle che erano ad essi collegate nella prima votazione. Tutte le dichiarazioni di collegamento hanno efficacia solo se coincidono con le analoghe dichiarazioni rese dai delegati delle liste interessate.
Al ballottaggio è proclamato eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti validi. In caso di parità di voti validi, è proclamato eletto sindaco il candidato appoggiato dalla lista o il gruppo di liste più votata (maggiore cifra elettorale) e, in caso di ulteriore parità, il più anziano di età.

Elezione del consiglio comunale
Una volta eletto il sindaco viene anche definito il consiglio comunale e, per stabilire la sua composizione, si tiene conto dei risultati elettorali del primo turno di votazione e degli eventuali ulteriori collegamenti (apparentamenti) nel secondo turno.
L'attribuzione dei seggi al consiglio comunale viene effettuata con l'assegnazione del premio di maggioranza alla lista o al gruppo di liste (coalizione) collegate al candidato sindaco proclamato eletto.

Non sono ammesse alla ripartizione dei seggi le liste che non abbiano raggiunto al primo turno di votazione la soglia del 3% dei voti validi (cosiddetta “soglia percentuale di sbarramento”) e che non appartengano a nessun gruppo di liste (coalizione) che abbia superato tale soglia.

A parità di quoziente, il seggio viene attribuito alla lista, o gruppo di liste, che ha ottenuto il maggior numero di voti validi (maggiore cifra elettorale di lista); a parità di quest'ultima si procede per sorteggio.
Successivamente, i seggi assegnati a ciascun gruppo di liste collegate si ripartiscono al suo interno tra le singole liste utilizzando il metodo d’Hondt, dividendo la cifra elettorale di ogni singola lista per 1, 2, 3, 4, …., fino a concorrenza del numero dei seggi assegnati al gruppo di liste e individuando i quozienti più alti e quindi i seggi spettanti a ciascuna lista (vedi fotogallery).
Se la lista o il gruppo di liste che appoggiano il candidato eletto sindaco nel primo turno di votazione non ha/hanno conseguito almeno il 60% dei seggi del consiglio comunale ma ha/hanno ottenuto almeno il 40% dei voti validi, essa/esse otterrà/otterranno il “premio di maggioranza” che consiste nel 60% dei seggi, sempre che nessuna altra lista o altro gruppo di liste collegate abbia superato il 50% dei voti validi (in questo caso, decisamente improbabile, si avrebbe un sindaco in minoranza...).
Qualora, invece, un candidato alla carica di sindaco sia proclamato eletto al secondo turno (ballottaggio), alla lista o al gruppo di liste ad esso collegate che non abbia/abbiano già conseguito almeno il 60% dei seggi del consiglio, viene assegnato il 60% dei seggi, sempre che nessuna altra lista o altro gruppo di liste al primo turno abbia già superato nel turno medesimo il 50% dei voti validi.
Nel caso di assegnazione del premio di maggioranza, i restanti seggi vengono assegnati alle altre liste o gruppo di liste collegate utilizzando il metodo d’Hondt.

Elezione dei consiglieri comunali
Una volta determinati i seggi che spettano a ciascuna lista o gruppo di liste, è necessario stabilire quali tra i candidati risultano eletti.
Vengono prima proclamati consiglieri i candidati a sindaco non eletti, collegati a ciascuna lista o gruppo di liste che abbia ottenuto almeno un seggio; il seggio riservato al candidato sindaco eletto consigliere verrà sottratto dal numero complessivo dei seggi a disposizione della lista o del gruppo di liste.
Vengono successivamente proclamati consiglieri i candidati di ciascuna lista secondo l'ordine delle rispettive cifre individuali costituite dalla cifra di lista aumentata dei voti di preferenza; in caso di parità, sono proclamati eletti i candidati che precedono nell'ordine di lista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure