Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 21 Settembre - ore 08.26

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Salvini propone il ritorno alla leva obbligatoria. E gli spezzini?

In quella che è stata per tutto il '900 la città-simbolo dei marinai, il tema è naturalmente sentito diversamente da tutto il resto del Paese. Mentre la Duca Degli Abruzzi è ormai ai minimi termini ci si chiede se sia meglio tornare alla naja o meno.

Salvini propone il ritorno alla leva obbligatoria. E gli spezzini?

La Spezia - Il 23 agosto 2004 con la celeberrima legge Martino, il governo italiano approvava la sospensione del servizio di leva obbligatorio per tutti i giovani uomini italiani al compimento della maggiore età. Un’istituzione durata la bellezza di 143 anni, dalla nascita del Regno d’Italia fino al gennaio 2005 quando ha giurato l’ultimo scaglione di leva, i nati nel 1985. Nella realtà dei fatti quella legge non ha mai abolito la leva obbligatoria, poiché per questo sarebbe necessaria una modifica costituzionale: si è optato per una sospensione e un'eventuale reintroduzione solo “in caso di guerra o di particolari casi di gravissime crisi internazionali”.

I tempi del giuramento. I giovani erano reclutati attraverso le liste di leva comunali, ricevevano una cartolina di “chiamata alle armi” (temuta anche da chi ogni anno doveva ricordarsi di rinviare per motivi di studio se non voleva partire) e dovevano presentarsi al distretto militare per una visita medica e attitudinale di tre giorni. Si poteva essere esonerati dal servizio militare: se si era figli o fratelli di militare deceduto in guerra; se si apparteneva ad una famiglia con almeno sette figli; se si era il terzo figlio maschio, con due fratelli che avevano prestato il servizio militare; se si era unico sostegno economico alla famiglia e se si era orfano di entrambi i genitori. Alla Spezia la Caserma Duca degli Abruzzi, oggi praticamente abbandonata e privata della destinazione d'uso per la quale fu edificata, ha visto migliaia di adolescenti sottoposti ai controlli militareschi nel bel mezzo del percorso scolastico. Dalla visita medica che decretava l’idoneità al servizio militare all'arruolamento passavano molti mesi: potevano anche essere dichiarati “rivedibili” e rimandati a una nuova visita l’anno successivo, oppure si poteva essere giudicati “riformati” e quindi inidonei a prestare servizio militare. Ragazzi che da ogni parte d'Italia arrivavano qualche tempo dopo alla Spezia per il giuramento in Piazza Europa per poi mescolarsi con gli altri, in quella che è sempre stata, anche suo malgrado visto il carattere degli spezzini, una comunità in continuo mutamento.

Alzabandiera alle 7.15. Ogni giorno alzabandiera alle 7.15 e un calendario da leggere al contrario per cancellare i giorni dei dodici lunghissimi mesi che componevano la naja. La Spezia e i marinai, quasi fosse il titolo di un film perchè effettivamente per tutto il secolo scorso la saldatura fra la città e la Marina Militare era evidentissima: alimentava un'economia che oggi non esiste più. E di tornare alla leva militare obbligatoria ha parlato in questi giorni il leader della Lega Nord Matteo Salvini, chiarendo che "di fronte a rigurgiti razzisti e alla minaccia del terrorismo un esercito di leva sia meglio per la democrazia". Ha perfino organizzato un incontro a Milano il leader del Carroccio davanti alle Associazioni nazionali Alpini, Bersaglieri e del Fante proprio per promuovere la reintroduzione di un periodo di servizio obbligatorio per i giovani. Una proposta di legge che reintroduca il servizio di leva su base regionale per sei mesi "farebbe il bene di tante ragazze e ragazzi". In un'intervista a margine Salvini ha detto che "per i nostri ragazzi è meglio battagliare in Parlamento per il servizio militare obbligatorio che per la liberalizzazione di alcune droghe.

Voi che ne pensate: se si ritornasse al passato come la prendereste?
Ditecelo rispondendo al nostro sondaggio.

Il giuramento del 1998.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
49,4% 
39,8% 
10,9% 

Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News