Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Agosto - ore 22.50

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Salvini 'pensiona' Berlusconi: "Possiamo governare da coalizione"

Il leader del Carroccio parla da capo del centrodestra: "Governo? Aspettiamo il computo dei seggi".

NEL 2013 era al 4%
Salvini 'pensiona' Berlusconi: "Possiamo governare da coalizione"

La Spezia - “Almeno cinque milioni di persone ci hanno detto 'vai e fai'. Manterremo l'impegno preso di fare una coalizione di centrodestra con cui abbiamo il diritto e il dovere di governare nei prossimi cinque anni. Ho detto che da presidente del Consiglio avrei parlato con tutti, ma innanzitutto ragioneremo all'interno della nostra coalizione per formare la squadra. Siamo la coalizione che può governare, non vedo l'ora di cominciare. Bruxelles non deve essere preoccupata”. Matteo Salvini parla già da incaricato di formare un governo. Non perché abbia la certezza dei numeri per governare, ma per sottolineare come sia lui oggi il capo del centrodestra, pensionando definitivamente Sivlio Berlusconi.

Il leader del Carroccio è forte della coalizione di centrodestra che si avvia ad avere la maggioranza relativa nelle due camere e del peso della sua Lega che surclassa Forza Italia, il competitor interno guidato da Silvio Berlusconi. “E' un voto di futuro, c'è chi ha atto una campagna elettorale parlando solo di improbabili passati. La Lega ha scelto di unire. Ringrazio il popolo delle Rete, questa è una vittoria dell'informazione libera. Siamo cresciuti più di tutti, persino dei Cinque Stelle che sono evidentemente primi e a cui facciamo i complimenti. Ma noi siamo passati dal 4% al 18% e siamo i vincitori”, dice. Il passaggio a partito nazionale consegna a Salvini il ruolo di leader del centrodestra. “Secondo alcuni analisti falliti il fatto di presentarsi in tutta Italia avrebbe rappresentato un problema al Nord, la vittoria la dedichiamo anche a loro. A Reggio Calabria siamo al 6%, un percorso che inizia con il Sud. Con gli uomini e le donne che vogliono orgoglio e non assistenza”, poi snocciola alcuni collegi: “A Cagliari siamo all'11,6%, a Pisa siamo al 20%, a Foggia il 7,5%, all'Aquila al 18%, a Piacenza il 28%...”.

“Io sono e rimarrò orgogliosamente populista. Chi ascolta il proprio popolo fa il suo dovere. Dei radical chic che non sono mai andati a fare la spesa non ci interessa. Mandiamo a Roma persone che hanno fatto politica livello locale - sindaci, vicesindaci o consiglieri comunali – e credo faranno un bel lavoro - assicura - Abbiamo chiesto la fiducia degli italiani per governare su un programma. Sceglierà il Presidente della Repubblica chi è che ha più possibilità di avere una maggioranza. Non ho mai mandato liste di ministri", conclude facendo riferimento a Luigi Di Maio, l'altro vincitore di giornata. Ora si attende solo il computo definitivo per ragionare con i numeri reali di deputati e senatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News