Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 29 Novembre - ore 21.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Rifornimenti di Gnl, Forcieri: "E' questo il destino del nostro golfo?"

Il consigliere comunale di Avantinsieme, già presidente dell'Authority, pone una serie di interrogativi all'amministrazione ricordando la presenza di Panigaglia, il progetto a turbogas di Enel e la prospettiva mai concretizzata del cold ironing.

Rifornimenti di Gnl, Forcieri: "E' questo il destino del nostro golfo?"

La Spezia - L'ex presidente dell'Autorità portuale, Lorenzo Forcieri, solleva dal suo scranno in consiglio comunale non pochi dubbi sulla pratica dei rifornimenti di Gnl per le navi da crociera. Il consigliere comunale di Avantinsieme ha infatti presentato un'interpellanza all'amministrazione per conoscere la visione futura che ha Palazzo civico al riguardo.

"Una bettolina proveniente da Rotterdam ha rifornito con Gnl la nave da crociera Costa Smeralda - ricorda l'ex numero uno di Via del Molo, al quale tutti riconoscono di aver impresso un'accelerazione al mercato crocieristico nel golfo -. L'operazione, durata tutta la giornata, è stata eseguita alla Calata Paita e ha sollevato paure e perplessità nella cittadinanza e contestazioni da parte delle organizzazioni ambientaliste. A fine operazione la bettolina è stata ormeggiata al Molo Vanicella, che si trova all'interno dell'Arsenale militare".

Focieri sottolinea come, in base alle informazioni a disposizione, l'operazione non sia da ritenersi "una tantum". "Si paventa infatti che La Spezia possa divenire uno dei luoghi di rifornimento per le navi alimentate a Gnl, visto che a Panigaglia sorge il terminal Snam, ove settimanalmente le navi gasiere scaricano il combustibile che dopo opportune trasformazioni, viene staccato ed immesso in rete. Il nostro porto, quindi, si accingerebbe, per le sue caratteristiche naturali e di prossimità con un terminal Gnl non off-shore, a divenire anche scalo tecnico per il rifornimento di questo genere di navi".

"Anche ipotizzando che i rischi di tali operazioni siano minimi, non si conosce se il piano di sicurezza sia stato redatto - afferma Forcieri rivolto al sindaco e alla giunta - né quali siano i suoi contenuti, visto che le operazioni di rifornimento si tengono a duecento metri dai palazzi cittadini. Non si comprende a quale modello di sviluppo tali scelte rimandano per il nostro territorio, nonché quanto le stesse possano penalizzare un modello di sviluppo basato sulla green e smart economy, sull'alta tecnologia, oltre che sul turismo di qualità, su cui a nostro avviso deve puntare a crescere la nostra città. E' probabile che un incremento della propulsione a Gnl e la necessità del rifornimento, richiederanno il mantenimento e anche un potenziamento del terminal di Panigaglia, una struttura creata all'inizio degli anni Settanta che ha ipotecato per mezzo secolo la fruizione di una delle baie più belle del golfo, fornendo in cambio un numero molto limitato di occupati. E questo progetto andrebbe ad aggiungersi al progetto proposto da Enel di sostituire il carbone con il gas naturale a Vallegrande, condannando per altri decenni il nostro Golfo a questa destinazione".

Forcieri conclude la sua interpellanza ricordando che "da anni è in corso il processo di elettrificazione delle banchine, senza che questo veda ancora una fine" e chiede pertanto all'amministrazione "se è questo destino che vogliamo per la nostra città e il nostro territorio: proseguire cioè imperterriti secondo il vecchio modello che fece del nostro golfo un centro di produzione dell'energia con tecnologie ormai superate e obsolete" e domanda "se è stato predisposto il piano di sicurezza relativo alle operazioni di rifornimento delle navi con Gnl e cosa lo stesso preveda, soprattutto in caso di incidenti che potrebbero verificarsi" e se "in considerazione di questa nuova attività sia stato aggiornato il piano di sicurezza del Terminal di Panigaglia e se non si ritiene che questi piani, ove esistano, debbano essere resi pubblici per informare correttamente i cittadini dei rischi cui sono esposti ed ottenere così comportamenti corretti ed informati in caso di incidente".

L'interpellanza sarà illustrata dallo stesso Forcieri nel corso del consiglio comunale in streaming che si svolgerà lunedì sera alle 21 e a rispondere dovrebbe essere l'assessore all'Ambiente, Kristopher Casati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News