Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 20 Gennaio - ore 23.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Rifondazione, 2mila euro ai terremotati: "Occhi aperti su chi specula"

Rifondazione, 2mila euro ai terremotati: `Occhi aperti su chi specula`

La Spezia - Un bonifico di 2.016,80 euro è stato inoltrato ieri dal tesoriere provinciale della federazione spezzina di Rifondazione Comunista, Salvatore Romeo, alle Brigate di Solidarietà Attiva che operano a fianco della popolazione terremotata del centro Italia.

E' il secondo aiuto concreto da parte del Prc La Spezia alle popolazioni vittime del terribile sisma del 24 agosto scorso dopo la consegna, sabato 17 settembre, di due furgoni di materiale di prima necessità raccolto dai tantissimi cittadini spezzini all'indomani della tragedia.

Come promesso nei giorni scorsi, Rifondazione Comunista ha devoluto il ricavo dell' "Amatriciana Solidale" tenutasi il 10 settembre scorso a Ortonovo. Oltre duemila euro che certamente contribuiranno ad aiutare le tantissime persone sfollate in procinto di vivere un inverno di stenti, lontane dalle proprie abitazioni.

"Siamo orgogliosi di quanto abbiamo fatto in questi giorni" - afferma il segretario provinciale Prc Massimo Lombardi - "grazie all'aiuto in primis degli spezzini e poi delle tante associazioni che hanno voluto darci una mano. Ma non voglio dimenticare i nostri splendidi Giovani Comunisti che hanno profuso un impegno straordinario e di grande cuore in ogni momento di questa emergenza".

Da Lombardi viene anche la critica politica su quanto è avvenuto: "La solidarietà viene prima di tutto" - afferma - "dopo però non possiamo tacere su ciò che è stato fatto (e non fatto) negli ultimi decenni in Italia. Le disgrazie naturali, infatti, si possono evitare o limitare se si combattesse seriamente la corruzione, la negligenza e l'incapacità politica e tecnica di chi dirige questo Paese, a tutti i livelli. Non possiamo e non vogliamo limitarci alla mera assistenza: dobbiamo aprire gli occhi, subito. Quanto avvenuto ad Amatrice fa il paio con ciò che è successo cinque anni fa nella nostra provincia col disastro alluvionale della Riviera e della Val di Vara. Si continua a speculare sull'ambiente e sulla pelle delle persone e a vivere di cultura dell'emergenza. E' ora di dire basta tutti insieme, se non vogliamo ritrovarci ancora nella stessa drammatica situazione".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure