Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Luglio - ore 09.14

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Raffaelli: "Adesso Peracchini avrà il coraggio di dire ad Enel di abbandonare l’idea di una nuova centrale?"

parla il consigliere dem
Raffaelli: "Adesso Peracchini avrà il coraggio di dire ad Enel di abbandonare l’idea di una nuova centrale?"

La Spezia - "Il sindaco esordisce sulla manifestazione di lunedì parlando di coerenza, ma nei suoi confronti non occorre andare così indietro nei decenni, come fa lui con gli altri, per sottolinearne la mancanza. Ad ottobre 2018 dice infatti con un documento: “Enel vieni a fare una centrale a turbogas”. Poi capito che il giochino pubblicamente in questo modo non può reggere, perché la città comincia a ribellarsi, a soli 6 mesi di distanza, proprio quando Enel presenta un progetto di quel tipo, dice :”No Enel, così non ti vogliamo!” Proprio un campione di coerenza". E' Marco Raffaelli, alla distanza, a rispondere alla nota del primo cittadino Pierluigi Peracchini in questa lunga battaglia di responsabilità a proposito della centrale Enel, del passato, del presente e, soprattutto, del futuro: "Ci vorrebbero veramente più dignità e pudore. E sopratutto più visione e strategia, visto che con Enel, per discutere del suo ruolo nel futuro e del destino di quelle aree, eravamo in trattativa. Dire si, poi no, poi forse, è veramente una mossa da maestro. Ma il vero peccato è non agire dopo i discorsi, non utilizzare quegli strumenti che la legge permette in materia di revisione dell’AIA, e che anche un Comune potrebbe presentare al Ministero dello Sviluppo Economico, per strutturare così idee alternative al progetto di una nuova centrale. Sarebbe normale e doveroso per chi si dice a parole contrario. Ma nei fatti non si fa nulla, e la data dell’11 luglio è dietro l’angolo".

Continua Raffaelli: "Pensare che fino al 2017 c’era una strada già tracciata e ben definita: riconvertire quelle aree, con Enel nella doppia veste di soggetto attuatore di blue economy, e facilitatore per attrarre risorse di privati ed investire sugli spazi bonificati. Come mai se, come loro falsamente dicono, un Comune non ha potere, noi riuscimmo a impegnare Enel in quella direzione? Mi chiedo cosa dirà ora il sindaco al convegno di oggi, davanti ad Enel ed ai sindacati. Avrà il coraggio e la coerenza di dire all’azienda di riprendere quella strada decisa con gli Enti nel 2016? Avrà il coraggio di dirgli di abbandonare l’idea di una nuova centrale a turbogas? Avrà il coraggio poi di comportarsi coerentemente ed andare in Regione e al Ministero con in mano atti utili ad evitare che una nuova centrale venga fatta in città? Mai dire mai, ma vista l’incoerenza avuta in soli 6 mesi, io ho i miei dubbi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Lo Spezia 19/20 prende forma, secondo voi oggi è più forte o più debole del suo predecessore?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News