Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 22 Gennaio - ore 22.59

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Pucciarelli a Pagano: "Non ci sono le condizioni per accogliere chiunque"

Pucciarelli a Pagano: `Non ci sono le condizioni per accogliere chiunque`

La Spezia - "Ho letto le dichiarazioni rilasciate di recente dall'ex sindaco della Spezia Pagano, oggi presidente dell'associazione Mediterraneo, in merito al fenomeno migratorio che il nostro paese sta subendo e alle prospettive di integrazione ad esso connesse, e le ho trovate preoccupanti, perché rappresentano un sentire comune che, se pure sta fortunatamente venendo meno in buon parte della popolazione, è ancora relativamente diffuso.
Posso parzialmente trovarmi d'accordo con l'ex sindaco quando dice che l'Occidente ha contribuito a creare questa situazione: l'esplicito sostegno alle "Primavere arabe", tanto osannate dai media occidentali come l'avvento della democrazia in Medio Oriente (salvo poi accorgersi che al posto della democrazia è arrivata la guerra civile), la caduta di Gheddafi a cui Napolitano spinse l'Italia a contribuire, e la povertà endemica di molte zone di partenza, sono il diretto antecedente del flusso migratorio ormai strutturale che subiamo da anni. Tuttavia non possiamo permetterci, come Paese, di lasciarci sopraffare da un complesso di colpevolizzazione estrema, per cui siccome la "guerra l'abbiamo portata noi", allora è giusto aprire le frontiere a discapito della nostra quiete sociale, economica e politica.
La differenza, al contrario di quanto ha dichiarato l'ex sindaco della Spezia, tra migrante economico e rifugiato c'è, ed è sancita dalla nostra costituzione (finché, Renzi permettendo, ne avremo ancora una), sicché chi non ha diritto alle forme di tutela sancite dalla carta costituente non può rimanere nel nostro paese, e va espulso, non tenuto in una zona d'ombra della società dove, quando non si dà alla delinquenza, finisce vittima del lavoro nero e dello sfruttamento.
Non sussistono le condizioni per accogliere chiunque, soprattutto in un frangente economico come l'attuale. Non credo sia difficile da capire, né tanto meno suoni razzista. Semmai è surreale l'invito, rivolto dall'ex primo cittadino di La Spezia, a guardare all'America multiculturale di Obama, dove, a quanto mi risulta, le tensioni razziali rischiano ogni giorno di sfociare in sommosse e attentati a mano armata. Non proprio, dunque, un buon esempio di convivenza civile.
Io ribadisco che il solo modo per affrontare il problema è andare alle cause, non nascondere sotto la cartina di tornasole dell'integrazione il tentativo di ingrassare le casse del capitalismo finanziario che tristemente è incarnato in questa Unione Europea, a discapito dell'economia reale e nella prospettiva di un ulteriore abbassamento del costo del lavoro. Aiutarli a casa loro non è uno slogan, è credere che migrare debba essere per queste persone una possibilità, e non una necessità dettata dalle condizioni politiche ed economiche del luogo di partenza. Se l'Italia e l'Europa cominciassero a pensare in questa prospettiva, abbandonando l'idea di risolvere grazie all'immigrazione problematiche come la bassa natalità e il desiderio di avere mano d'opera a basso costo, allora si potrebbe fare del bene a queste persone per davvero, e non soltanto a chi oggi le sfrutta su tutte e due le sponde del Mediterraneo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure