Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 22 Aprile - ore 16.50

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Pucciarelli: "In Italia diritti umani rispettati nel modo più assoluto"

La senatrice leghista intervistata da RaiNews24 per i settant'anni della Dichiarazione universale. E alla luce delle severe critiche di Onu e Amnesty.

"Portavo pacchi agli immigrati"
Pucciarelli: "In Italia diritti umani rispettati nel modo più assoluto"

La Spezia - "A settant'anni dalla Dichiarazione universale dei diritti umani, figlia di un tempo che conobbe lo sterminio e la barbarie, la strada da fare è ancora lunga ed in salita. Il sogno di garantire il pieno rispetto dei diritti umani in ogni parte del mondo non deve essere abbandonato, e dobbiamo sentire fortemente la responsabilità che abbiamo di promuoverlo e lavorare per esso. Le società occidentali, con le loro radici cristiane e il loro patrimonio di diritto e di etica, hanno la responsabilità di battersi in sede internazionale con le armi del dialogo e della cooperazione per promuovere il rispetto e la tolleranza”. Lo ha dichiarato in una nota la senatrice Stefania Pucciarelli, presidente della Commissione ciritti umani del Senato, in occasione del settantesimo anniversario della proclamazione della dichiarazione universale dei diritti umani.

La senatrice spezzina nel pomeriggio è stata poi intervistata da Rai News 24. “In Italia in maniera particolare i diritti umani vengono rispettati nel modo più assoluto”, spiegando altre sì che c'era “un problema di fondo, cioè un flusso controllato di immigrati. Nessuna volontà di lasciare per strada qualcuno, ma il sistema andava cambiato, non si poteva andare avanti così”. Parole che sono una risposta alle severe osservazioni di Onu e Amnesty International in merito alla situazione italiana in materia di diritti. “In questo momento stiamo partendo affrontando temi quali i matrimoni precoci e le spose bambine”, ha continuato l'ex consigliera regionale facendo il punto sul lavoro della Commissione che presiede, in risposta all'intervistatrice che aveva avanzato questioni quali Ius soli, reato di tortura e caso Regeni.

Immancabile un passaggio sulle polemiche inerenti la nomina alla presidenza della Commissione diritti umani. “E' stato creato un caso ed è stato gettato molto fango – ha concluso la senatrice -. Io quel like (a un commento che proponeva di 'dare' dei forni agli immigrati, ndr) l'ho messo perché il commento era stato scritto da una persona che conosco, come me volontario in Croce rossa per anni e con cui portavo pacchi ai bisognosi, tra questi molti immigrati, senza distinzioni di sesso e razza. Naturalmente dal like mi sono dissociata: ho rispetto per la vita. E per le idee di tutti: porto avanti le mie, nel rispetto degli altri”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News