Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 24 Gennaio - ore 23.14

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Pubblica assistenza e funerali. Legge in commissione a gennaio

Davide Natale è il primo firmatario per la modifica: "Servizi essenziali. Necessario tornare alla legge precedente". Dalla Pa spezzina: "Speriamo che la situazione si risolva entro marzo. In 2 mesi siamo siamo passati da 85 a 100 famiglie assistite".

"pensiamo a chi è in difficoltà"
Pubblica assistenza e funerali. Legge in commissione a gennaio

La Spezia - La legge sui servizi funebri, affidati alle pubbliche assistenze liguri, approderà in commissione regionale non prima del mese di gennaio. Intanto, già da qualche settimana, è stata depositata la proposta firmata dai consiglieri Davide Natale, Centi, Ugolini, Garibaldi, Sansa e Arboscello (qui).
Occhi puntati su tutto l'iter mentre alla Spezia la Pubblica assistenza, nell'ultimo mese e mezzo, ha potenziato l'aiuto per le famiglie in difficoltà. L'ultimo dato ufficiale del 31 ottobre segnava 85 nuclei assistiti ad oggi, 15 dicembre, sono diventati 100.
Sostegni come questo, assieme alla consegna di spese e farmaci, oltre agli interventi per i quali si muovono le ambulanze, per l'80 per cento sono sostenuti proprio dagli introiti che arrivano dai servizi funebri.
"Siamo assolutamente coscienti di questa situazione - ha spiegato, interpellato da Città della Spezia, il consigliere regionale del Partito democratico e primo firmatario del cambio della legge - ed è per questo motivo che nella proposta avanzata assieme agli altri colleghi chiediamo che si torni a quella precedente. E' una necessità, non si possono mettere a rischio servizi fondamentali come quelli offerti dalla Pubblica assistenza. In loro assenza potrebbe perfino venirsi a creare una situazione di allarme sociale. L'apertura dimostrata da parte dell'assessore Giampedrone ci rincuora e speriamo che la nostra proposta venga trattata e accolta con l'adesione più ampia possibile".
Però per la Pubblica assistenza il tempo stringe comunque. L'auspicio è che la discussione si apra effettivamente a gennaio, per poi approdare in consiglio regionale. "Speriamo che questo termine venga rispettato - spiegano dagli uffici di Via Carducci - e che in primavera si arrivi a una soluzione. Altrimenti saremo pronti a far valere quelle che sono le nostre ragioni. Questa legge è stata un inciampo e speriamo che l'epilogo arrivi entro marzo. Al momento stiamo proseguendo tutti i nostri servizi. Un po' di preoccupazione resta anche alla luce del fatto che, proprio in queste settimane, è cresciuto sensibilmente il numero delle famiglie che hanno chiesto il nostro aiuto".
E in questo clima, con un occhio fisso sulla legge che senza modifiche entrerebbe in vigore a luglio 2021, la Pubblica spezzina non si ferma e pensa comunque a dare qualcosa a chi non lo ha. "Cercheremo di rendere speciale il Natale a 21 bambini - concludono - che appartengono al gruppo di famiglie che seguiamo. Organizzeremo, per il 23 di dicembre, un pomeriggio dedicato a loro con l'arrivo di Babbo natale e una pesca di beneficenza speciale. Lo facciamo per loro per rendere meno dure queste feste, diverse sotto tutti i punti di vista, e per onorare la nostra missione: aiutare gli altri".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Davide Natale firma la proposta sulla legge delle Pa


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News