Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 29 Maggio - ore 23.52

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Porti, Paita: "No alla proroga dell'avvio della riforma per La Spezia. Toti ci ripensi"

Porti, Paita: `No alla proroga dell´avvio della riforma per La Spezia. Toti ci ripensi`

La Spezia - "Da spezzina sono orgogliosa della reazione che la città, il sindaco, il mondo portuale, quello economico e sindacale hanno avuto di fronte alla richiesta della giunta regionale di rinviare la nascita della'Autorità di sistema portuale La Spezia/Marina di Carrara. L'assessore Rixi, dopo aver assunto la decisione di chiedere il rinvio, ha detto che avrebbe ascoltato la comunità. In genere prima si ascolta e poi si decide, qui si è scelto un percorso contrario. Ma si sa che l'arroganza e la presunzione spesso sono cattive consigliere. La reazione della città è stata unanime e ferma perché non esiste alcuna ragione oggettiva, trasparente e nell'interesse della nostra portualità che possa giustificare il rinvio. Sarebbe solo un un'opportunità persa. Forse dietro questa decisione ci sono ragioni politiche o ancor peggio personali che ci sfuggono e che devono essere respinte con forza e determinazione". Così Raffaella Paita, capogruppo regionale Pd, interviene nell'acceso dibattito sulla proroga dell'entrata in vigore della riforma dei porti richiesta dalla Regione per i porti liguri.

"Si dovrebbe poter parlare serenamente di nuovi obbiettivi per la portualità spezzina, di ricostruire un clima di collaborazione con tutti, di dare attuazione al piano regolatore portuale e alle opere previste, di far crescere traffici e il lavoro mantenendo gli impegni ambientali, di infrastrutturale il territorio. Gli operatori portuali spezzini - prosegue Paita - hanno invocato una discontinuità che invece con la proroga non sarebbe possibile in tempi brevi. Dato che in discussione c'è una buona parte del destino economico della città, voglio lanciare un appello a Toti con uno spirito di leale collaborazione senza alcuna polemica: prenda atto della discussione in atto e modifichi - visto che fino al 15 settembre lo può fare - la sua posizione ritirando la richiesta di proroga. Sarebbe un segnale di intelligenza politica, quell'intelligenza e quella lungimiranza dimostrate dal presidente della regione Toscana Rossi che non ha esitato un attimo a sposare l'alleanza tra La Spezia e Marina di Carrara pur avendo la nostra città il ruolo di capofila. Da un presidente di Regione come Toti nato a Massa e residente in provincia della Spezia ci si aspettava tutto fuorché ritardasse questo matrimoni, speriamo ci ripensi dimostrando di saper ascoltare".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








FOTOGALLERY



I SONDAGGI DI CDS

Mimmo Di Carlo in scadenza di contratto, vorreste vederlo ancora sulla panchina dello Spezia?
56,3% 
43,7% 






























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure