Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 17 Febbraio - ore 00.03

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Porti, Cenerini alla sinistra: "Il danno lo avete fatto voi e noi ne paghiamo le conseguenze"

dopo gli "attacchi" al sindaco
Porti, Cenerini alla sinistra: "Il danno lo avete fatto voi e noi ne paghiamo le conseguenze"

La Spezia - "Non c’è niente da fare, per i comunisti il rispetto delle regole vale soltanto quando governano loro. Se si vota democraticamente e perdono, allora vale tutto per sovvertire la situazione". In merito alla questione Sea Watch e all'accusa da parte della sinistra spezzina alla mancata presa di posizione da parte del sindaco Peracchini alla vicenda interviene il consigliere comunale di maggioranza Fabio Cenerini.

"Secondo alcuni esponenti di sinistra - scrive il consigliere -, il sindaco Peracchini dovrebbe aprire il porto, già non si capisce cosa voglia dire la cosa, ovviamente il Sindaco non ha nessuna competenza, visto che si tratta di una competenza nazionale, ed è vergognoso questo cercare di metterlo di mezzo e basta anche con questa frase fatta è ostaggio della Lega! Forse Veschi non se ne è accorto, ma Peracchini ha vinto le elezioni col centro destra e in alternativa alla sinistra che ha distrutto la città. Quindi credo sia evidente che in autonomia dalla Lega o da chiunque altro, Peracchini possa pensarla diversamente dai comunisti anche su questo tema! O non è permesso?".

"Venendo all’argomento in oggetto - prosegue Cenerini -, si tratta di navi straniere, in acque territoriali maltesi, ma poi chi le finanzierà queste navi alle Ong? I comunisti col loro comportamento irresponsabile, hanno contribuito a portare un’immigrazione incontrollata in Italia, che è servita a finanziare mafie e terrorismo, ma a questi incoscienti non importa! Ci sono 49 vite da salvare dicono, intanto non si tratta di naufraghi, ma di persone che si sono messe per mare in inverno volontariamente, questo non vuol certo dire che debbano essere abbandonate alla loro sorte, ma non può essere sempre l’Italia a pagare il prezzo. E la sciocchezza che sbandierano, ovvero una nazione di sessanta milioni di abitanti o l’Europa che problema hanno ad accogliere 49 persone? Il punto non sono questi 49 ovviamente, ma i continui flussi che hanno portato in Italia milioni di immigrati, poi che finiscano davanti alla stazione di Milano, ad esempio, a centinaia gettando nel più totale degrado il luogo, a loro non importa, basta il buonismo di facciata, poi chi se ne frega! Come questa sinistra ipocrita non si accorge nemmeno dei milioni di persone che muoiono a casa loro, perché un bambino che muore sulle nostre coste, si vede in TV ai TG e sconvolge, mentre di quelli che muoiono in Africa o in altri continenti, poco importa, tanto mica li hai davanti agli occhi!
Meraviglia la posizione di Forcieri, uomo delle istituzioni e anche di Paolo Mione, che si sono associati a degli estremisti di sinistra. Veschi si permette di strumentalizzare le parole di Papa Francesco, che fa il suo dovere di pastore, invitando non l’Italia, ma tutti i governi europei a risolvere la situazione".

"Veschi non si è nemmeno accorto di cosa ci ha portato l’immigrazione - scrive il consigliere - Proprio in questo momento in TV parlano di Castel Volturno, quartier generale della mafia africana! La mafia nigeriana, una delle più feroci al mondo, è presente in Italia grazie a chi ci ha governato con idee alla Moreno Veschi, ma per non andar troppo lontano alla Spezia, rissa di Natale, immigrati, baby gang nei quartieri del levante, figli di immigrati, stazione di Sarzana un delirio in mano a sbandati immigrati. Cosa dice la sinistra, ora governate voi e le cose non sono cambiate! Se ti trovi a gestire dei territori invasi da clandestini e nullafacenti che non si riesce a rimpatriare c’è poco da fare! Il danno lo avete fatto e lo pagheremo sempre più caro, ora basta con gli appelli all’illegalità da parte di chi ha avuto e ha ancora ruoli nelle istituzioni, sarebbe auspicabile che la procura aprisse un’indagine su queste dichiarazioni".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News