Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Giugno - ore 15.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Peracchini: "Studiamo l'ipotesi del sommergibile al Molo Italia"

Le aree militari saranno tema del prossimo consiglio comunale su pressione di Melley: "Che intenzioni ha il sindaco per Maricentro, Mardichi e Mariperman?". Il sindaco intanto è andato a Roma per il Museo Navale: "Passi avanti, procediamo".

"sarà possibile coinvolgere privati"
Peracchini: "Studiamo l'ipotesi del sommergibile al Molo Italia"

La Spezia - Le aree militari della città sono finite al centro di un'interpellanza presentata dal consigliere Guido Melley, capogruppo di LeAli a Spezia, la cui discussione in consiglio comunale è fissata per il 29 aprile. La preoccupazione esposta da uno dei leader dell'opposizione spezzina riguarda il presunto immobilismo da parte del sindaco Peracchini a proposito delle pertinenze che la Marina Militare ha in essere in città. La base navale ma anche la casema Duca degli Abruzzi, costretta ad un cantiere ormai pluriennale, la palazzina delle associazioni d'arma, per non parlare dei progetti su Marola e il desiderio del sindaco di rendere civile tutto il levante del Golfo, dove ancora insistono però importanti servitù graduate. Ebbene con l'interpellanza di Melley si cerca di capire di più “in ordine allo stato dei rapporti in corso con la Marina militare e gli organi dello Stato centrale in merito al futuro delle aree militari spezzine”. Melley nel suo documento fa riferimento a diverse questioni: "Ci siano in ballo progetti e/o ipotesi di riutilizzo, riconversione parziale o riconversione totale di immobili come Maricentro, oggi solo parzialmente utilizzata dalla Marina militare. E lo stesso vale per l'area ex Mardichi (che è demaniale, ndr) con tutti gli immobili adiacenti, anch'essa posizionata nel cuore della città. E poi il complesso Mariperman, attualmente utilizzato per diverse funzioni, ma che percorrendo esternamente Viale San Bartolomeo presenta segni di degrado evidenti”.

"Con la Marina Militare il colloquio è costante - spiega il sindaco Peracchini ai taccuini di Città della Spezia - stiamo cercando di valorizzare, da un lato ciò che già esiste, dall'altro quello che sarà. L'ammiraglio Serra sta predispondendo il piano regolatore nazionale della difesa dal quale ci attendiamo molto. Le aree non più strategiche potranno essere messe sul piatto ma la base navale serve anche solo per ormeggiare le Fremm. Portare dentro le attività è però già un passo avanti". Il sindaco risponderà pubblicamente a Melley ma nel frattempo sta portando avanti altri "argomenti" che contemplano il parere del comporto Difesa: "Sono stato di recente a Roma per parlare del Museo Navale e sommergibile - rivela il sindaco -. Pensiamo di procedere così: elaborare un accordo con l'Autorità di Sistema Portuale per ottenere uno studio di fattibilità a proposito della collocazione del sommergibile su Molo Italia in un più ampio ragionamento di cui farà parte anche il museo. E poi una gara per la gestione nella quale potranno entrare anche i privati come accade in altre realtà italiane. Così può nascere un polo museale d'eccellenza, noi abbiamo già in casa le cose, dobbiamo valorizzarle".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































La Piazza Sospesa sorgerà tra Via Diaz e il lungomare: vi piace il progetto?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News