Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 31 Ottobre - ore 12.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Pecunia (IV): "Test antigenici anche a scuola e nei luoghi di lavoro affollati"

Pecunia (IV): "Test antigenici anche a scuola e nei luoghi di lavoro affollati"

La Spezia - "Chiediamo una scuola sicura. Lo chiediamo per i ragazzi, per i genitori, per gli insegnanti, per il personale scolastico. Dobbiamo cercare un metodo più veloce e più pratico, la velocità della diagnosi è determinante soprattutto con l'avvicinarsi dell'inverno che porta con sé sintomi simili al corona virus nelle affezioni delle vie respiratorie". Così Federica Pecunia, capogruppo di Italia Viva nel consiglio comunale della Spezia.
"Ecco perché penso che si potrebbero utilizzare i test antigenici a scuola come nei luoghi di lavoro affollati. Il test antigenico è stato validato dal Ministero della Sanità; pur avendo minor precisione del test molecolare ha un' efficacia che unita alla velocità dell' esecuzione ne fa uno strumento idoneo a esaminare una quantità maggiore di casi in tempi veloci. Proprio come quelli che richiederebbero le scuole e le fabbriche. Il metodo utilizzato ad oggi è troppo lento, i ragazzi vengono mandati a casa al primo sintomo e spesso la scuola isolata. Questo comporta interruzioni di servizi, ma anche di attività lavorative che non sempre hanno la possibilità di essere interrotte. E quante volte ci potrà capitare durante la stagione invernale? Credo si possano studiare diverse soluzioni. Una squadra di pronto intervento, per esempio come il Gsat, che agisca sulla scuola che denuncia un qualunque malessere per uno studente. Per i plessi più grandi basterebbe anche un infermiere nell'orario di lezione".

"Tutto questo darebbe modo alla scuola e ai genitori di avere una risposta veloce e di poter prendere decisioni tempestive.
Troviamo soluzioni, come in altre regioni stanno già facendo, per consentire ai nostri figli di vivere la loro vita scolastica e alle famiglie di poter lavorare, questa può essere una. E infine mettiamo il personale scolastico in condizioni di avere risposte rapide, perché le responsabilità a cui sono chiamati sono enormi e penso si debba loro tutto il nostro sostegno. A partire dalla certezza della diagnosi e dalla velocità nella risposta. I modi ci sono, serve solo che la regione li metta in atto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News