Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Gennaio - ore 23.21

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Pd, si cerca un difficile accordo in direzione

Bagarre tra le correnti interne al partito. In un quadro di estrema confusione domani si cerca l'intesa sull'Unione comunale, almeno sino al referendum.

Pd, si cerca un difficile accordo in direzione

La Spezia - Si preannuncia movimentata, come sempre, la direzione provinciale del Partito democratico di domani, momento decisivo per la ricomposizione temporanea in vista del referendum. L'impressione, viste le divisioni croniche che non sono mancate nemmeno nelle ultime settimane, è infatti che passato l'appuntamento referendario con la relativa auspicata unità per sostenere il sì alla riforma costituzionale, nel partito di Via Lunigiana si ripresenteranno le divisioni. Qualunque cosa succeda a livello nazionale.
Sebbene si avvicini a grandi passi il momento di quagliare sulla strategia da seguire per le amministrative, l'intesa sul da farsi non c'è ancora.

Occhi a domani, nel frattempo, quando al centro della discussione politica, oltre alle vicende che hanno visto protagonista l'Autorità portuale e un iscritto di primo piano - seppure battitore libero - come Lorenzo Forcieri, ci sarà il destino dell'Unione comunale.
In una riunione d'area che si è svolta lunedì sera la segretaria Federica Pecunia ha ribadito l'intenzione di mettere sul piatto la segreteria ristretta da lei coordinata con elementi che rappresentino le tre correnti spezzine: le due "storiche" che fanno rispettivamente riferimento al ministro Andrea Orlando e alla consigliera regionale Raffaella Paita, e quella sorta intorno all'europarlamentare Brando Benifei, che ha recentemente abbandonato la mozione Barli, trovando l'appoggio paitiano sul nome di Luca Mastrosimone per la candidatura a segretario comunale. Il voto, però, non ha premiato con la maggioranza assoluta dei voti la nuova coalizione pro primarie, obbligando al rinvio e alla ricerca di una soluzione. Al quadro, poi, si è aggiunta l'uscita di scena di Forcieri, candidato sindaco ideale dei benifeiani, corrente oggi particolarmente invisa all'ala orlandiana, che punta a non vederne riconosciuta l'esistenza facendo leva sul fatto che al congresso provinciale del 3 aprile scorso gli schieramenti in campo erano solamente due.

Un puzzle, ancora una volta, con tessere che mancanti e doppioni a go-go, che richiederà non poca fatica per essere completato. Tra le ipotesi possibili quella che l'idea del triumvirato (un nome per corrente) lasci il passo a quella di un direttorio più ampio, ma anche quella di una ennesima frenata con l'approdo al commissariamento vero e proprio dell'Unione comunale. Un'eventualità davvero poco edificante per un partito che si avvicina alle amministrative con la speranza di non perdere il Comune. Anche alla Spezia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure