Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 26 Marzo - ore 22.46

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Pd, il candidato è il socialista Manfredini: "Orgoglioso, sfida importante"

Paita, Orlando e Federici hanno individuato nel presidente del consiglio comunale la figura per evitare il rischio di autolesionismo con la battaglia delle primarie. Dentro e fuori il partito c'è però chi avrebbe voluto dar voce agli elettori.

Pd, il candidato è il socialista Manfredini: `Orgoglioso, sfida importante`

La Spezia - La scelta è presa: il punto di caduta della ricerca di un candidato che accontenti la maggioranza del Partito democratico spezzino è il socialista Paolo Manfredini.
"E' vero, ne abbiamo parlato a lungo e probabilmente rappresento l'ipotesi per evitare le primarie. E pensare che avevo idea che fosse concluso il mio ciclo politico". Manfredini lo ammette, senza ritrosie e pretattica: se tutto va nella direzione di un candidato unico, sarà lui il collante fra le anime di quella parte del centrosinistra che non ha dichiarato guerra al Partito democratico.
Dirigente scolastico, assessore con diverse deleghe nei due mandati Federici, e oggi presidente del consiglio comunale. Entrò a legislatura in corso, prendendo il posto di Maurizio Viaggi, all'assessorato allo Sport: "Doveva essere un impegno di un biennio ed invece eccomi qui. Se hanno pensato a me probabilmente è perché mi riconoscono un senso di responsabilità, ma per parlare di politica è corretto attendere le decisioni ufficiali: io ho solo posto la condizione che la proposta sia una candidatura fortemente unitaria". Una scelta che non era certo nei piani: "Credevo di aver finito e invece c'è questa ipotesi che naturalmente mi inorgoglisce, e mi preoccupa, perché la sfida è importante e faticosa. Una sfida che mi permetterebbe di valorizzare e rilanciare il mio percorso".
Da assessore allo Sport a candidato a sindaco, se dovesse entrare a Palazzo civico come primo cittadino, ecco che cosa dirà ai suoi allievi: "Con loro ho un rapporto fiduciario, prezioso. Quando ho sbagliato la conta dei presenti in consiglio comunale, la rappresentante degli studenti mi ha ripreso, dicendomi di non chiederle più di ripassare la matematica...".

I nodi sciolti e quelli che restano
Dopo mesi di confronto e di affannosa ricerca di un candidato civico Raffaella Paita e Andrea Orlando hanno virato su Manfredini, un nome in campo da mesi che ha preso quota man mano che le figure vagliate si sono tirate indietro di fronte alla prospettiva di imbarcarsi nell'avventura di guidare la città. E nelle ultime ore, esaurito l'ultimo giro di consultazioni, la strada che porta al presidente del consiglio comunale si è messa in discesa.
L'ipotesi delle primarie si è via via affievolita, nonostante oggi pomeriggio si sia svolto l'incontro della commissione interna al Pd per stilare il regolamento e il calendario delle consultazioni di coalizione.
Orlando sin dall'inizio del dialogo aveva sostenuto che le primarie sarebbero state un rischio, visto il clima da regolamento di conti che si è respirato ad ogni confronto sulle questioni interne. Paita e lo stesso sindaco Massimo Federici, col trascorrere delle settimane, hanno condiviso il timore. Diversa la posizione di una parte della corrente paitiana, quella che avrebbe visto nella candidatura di Corrado Mori il finale più giusto dopo anni di lavoro e un'investitura che sembrava scolpita nel granito. Memore di quanto avvenuto alle Regionali del 2015 e facendo appello al senso di responsabilità e al valore dell'unità Paita ha avviato un lavoro di tessitura a favore dell'individuazione nella candidatura di un esterno al partito come scelta migliore per non correre il rischio di un'affermazione del centrodestra in fotocopia a quella di due anni fa a Palazzo Ducale.
Non è di quest'idea la componente banifeiana di Via Lunigiana, che avrebbe voluto portare alle primarie la candidatura di Franco Vaira, sulla quale Luca Erba e compagni speravano di poter vedere convergere paitiani, orlandiani e le forze di sinistra, che nel frattempo hanno però deciso di puntare sulla piattaforma civica allestita da Guido Melley.
A spingere per le primarie, in extremis, anche alcuni degli uomini del Guardasigilli, che avrebbero voluto misurare al voto le chance di Davide Natale, che non è però stato ingolosito dalla prospettiva, in linea con la posizione del ministro.
Ora non resta che vedere quale sarà l'atteggiamento degli scontenti, dentro e fuori il Partito democratico, per l'utilizzo di un metodo e di una strategia attuati sopra la testa degli iscritti e dell'elettorato. La pacatezza e il ruolo super partes ricoperto in consiglio comunale da Manfredini saranno in grado di far passare i mal di pancia dei fedelissimi di Mori, dell'ala benifeiana che teme di rimanere schiacciata tra i blocchi di Paita e Orlando e del nascente Campo progressista che nelle primarie vedeva lo strumento migliore per compattare il centrosinistra, legittimare il candidato e dare voce all'elettorato? La scelta di evitare lo scontro delle primarie si rivelerà vincente in uno scenario in cui al popolo del centrosinistra si rivolge anche la lista Melley? Lunedì sera l'Unione comunale fornirà alcune delle risposte, mentre altre potrebbero arrivare già nel corso delle prossime ore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure