Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Agosto - ore 20.17

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Pd contro Cozzani: "Delibera illegittima, incarico ad avvocato"

Il gruppo provinciale del Partito democratico vuole far annullare l'atto d'approvazione del Piano provinciale dei rifiuti.

Tensione in Via Veneto
Pd contro Cozzani: "Delibera illegittima, incarico ad avvocato"

La Spezia - È stato convocato, per il 13 agosto alle 12.00, un consiglio provinciale urgente che ha all'ordine del giorno la surroga del consigliere dimissionario Davide Natale, al quale subentrerà il sindaco di Santo Stefano di Magra, Paola Sisti. Il gruppo consiliare provinciale del Partito democratico parla di "un fatto tardivo e scorretto: il consigliere Natale - diversamente da quanto affermato dal presidente della Provincia Giorgio Cozzani - ha protocollato le sue dimissioni alle 13.00 di venerdì scorso, prima della convocazione d'urgenza del consiglio provinciale di sabato 4 agosto, quando avrebbe già dovuto essere sostituito dal sindaco Sisti. La mancata surroga - proseguita in occasione del consiglio di lunedì 6 agosto - ha fatto sì che il consiglio stesso fosse un organo imperfetto, in quanto il seggio lasciato da Natale, conquistato con i voti, avrebbe dovuto essere rappresentato. Ma ciò non è stato consentito, un atto grave. Daremo formale incarico a un legale per l'annullamento della delibera sul Piano rifiuti approvata ieri, in quanto approvata, come detto, da un organo imperfetto". Punto di rottura raggiungo quindi per i consiglieri Gherardo Ambrosini, Michael Carli, Emiliana Orlandi e Vincenzo Resasco.

"I censurabili aspetti che vogliamo sottolineare - prosegue il quintetto Dem - non finiscono qui. Il presidente Cozzani ha dichiarato in consiglio di non sapere che tonnellaggio avrà il digestore di rifiuti organici che il Piano rifiuti prevede nello Spezzino. Nel pomeriggio l'assessore regionale all'Ambiente, Giacomo Giampedrone, in una nota ufficiale della Regione Liguria ha spiegato che sarà da 60mila tonnellate l'anno. Che significa? Cozzani non sapeva? Ci sono decisioni che, oltre che sulla testa dei sindaci, passano anche sopra la sua? Oppure sapeva e ha mentito? Un'ulteriore presa in giro, assieme al cruciale tema della mancata surroga".

Inoltre, concludono dal gruppo provinciale Pd, "un digestore da 60mila tonnellate rende impraticabile l'ipotesi Boscalino, cioè quella di cui si parla nel Piano rifiuti, in quanto per questo sito è previsto dal Piano stesso, in relazione alle caratteristiche e alla superficie del sito, un impianto da 20mila tonnellate. Questo quindi farebbe pensare a una futura destinazione a Saliceti, di cui nel piano non si parla. Ribadiamo comunque che non è nostra volontà affibbiare l'onere dell'impianto a questa o quell'altra comunità, ma intendiamo senz'altro sottolineare che ben prima del profitto devono venire logiche ambientali e sociali, e che l'eventuale installazione di un impianto di digestione deve essere preceduta da una propedeutica e scrupolosa valutazione dell'impatto ambientale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News