Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Settembre - ore 23.44

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Paolo Asti entra in Fratelli d'Italia: "Ma non mi candido alle Regionali"

Da Forza Italia era uscito nel 2018, l'anno precedente aveva coordinato la campagna elettorale che ha portato alla vittoria di Peracchini. E oggi abbraccia il partito della destra nazionale: "Alla riscoperta dell'identità italiana".

assessore al turismo
Paolo Asti entra in Fratelli d'Italia: "Ma non mi candido alle Regionali"

La Spezia - "La mia adesione a Fratelli d'Italia è frutto di una scelta ponderata, scaturita da una riflessione che mi ha permesso di comprendere come questa sia anche una scelta coerente con ciò che ha caratterizzato la mia attività politica e professionale. Ritengo Giorgia Meloni, non solo una donna di grande carattere, pronta a sostenere nelle difficoltà il popolo italiano, ora più che mai a fronte della crisi economica, scoppiata in seguito alla pessima gestione del governo dell'emergenza Covid, ma anche quella dotata, tra i leader dell'ultimo decennio, del maggior senso delle istituzioni. Una qualità sempre più rara e per questo preziosa".

A sorpresa, perché non c'erano rumors su questa possibilità, Paolo Asti, assessore al turismo e alla cooperazione internazionale del Comune della Spezia, entra nel partito fondato otto anni fa dall'attuale leader, insieme a Ignazio La Russa e Guido Crosetto. Asti torna a tesserarsi dopo due anni dall'ultima volta, quando chiuse l'esperienza con Forza Italia dopo dieci anni. "Ho avuto modo anche di apprezzare le qualità di Gianni Berrino con cui, proprio per l'impegno comune legato allo sviluppo turistico del nostro territorio, ho avuto modo di collaborare. Ma più in generale la mia stima è rivolta a tutto il gruppo dirigente del movimento a partire dai consiglieri comunali della Spezia Maria Grazia Frijia e Sauro Manucci, fino a giugnere al coordinatore regionale Matteo Rosso. Non posso mancare di ringraziare Oscar Teja, Giacomo Peserico e il capogruppo di Forza Italia Fabio Cenerini per il sostegno ricevuto in questi tre anni di attività amministrativa."

Spiega Asti, che a palazzo civico è titolare anche delle deleghe alla Promozione della Città, Toponomastica, Gemellaggi e Cooperazione Internazionale del comune della Spezia: "Ho potuto poi apprezzare come il tema a me caro della cultura abbia trovato una sensibilità che nell'ambito del centrodestra è spesso mancata. Il lavoro dedicato alla riscoperta e tutela dell'identità italiana, in un'epoca in cui il globalismo ha finito per azzerare le differenze, è stata l'unica risposta capace di tutelare la diversità a fronte del tecnicismo globalista imperante. Non mi sono mai piaciuti i cambi di casacca in funzione di un tornaconto personale, pertanto escludo fin da ora ogni possibilità di una mia candidatura alle prossime elezioni regionali" - conclude Asti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News