Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 22 Maggio - ore 19.19

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Paita e Michelucci: "Mancano le barelle, Asl 5 bloccata da incapacità della Regione e faide interne"

Paita e Michelucci: `Mancano le barelle, Asl 5 bloccata da incapacità della Regione e faide interne`

La Spezia - "La sanità ligure – compresa quella spezzina – è al collasso, ma per Toti va tutto bene. I reparti sono affollati, i posti letto sono tutti pieni, mancano gli infermieri e i medici sono costretti a chiedere le barelle in prestito alle ambulanze; secondo l’assessore Viale, però, la situazione è sotto controllo". Lo affermano i consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita e Juri Michelucci, che da giorni battono sul dente dolente della sanità ligure, messa alle corde dalle vicende legate alla corsa ai vaccini per la meningite e all'influenza.

"Forse il problema è che il vero assessore non è lei ma Walter Locatelli, commissario di Alisa, visto che tutte le decisioni passano da lui, con un accentramento totale che taglia fuori i territori. Se le cose non funzionano non è certo colpa di medici e infermieri, che fanno il possibile per sopperire alle mancanze di una governace totalmente incapace di affrontare l’emergenza. Nella sanità ligure oggi mancano un’idea e una programmazione, si naviga a vista - aggiungono Paita e Michelucci - e appena accade qualcosa di particolare, come il picco influenzale di questi giorni, si scatena il caos. Sulle barelle, per esempio, sappiamo che da tempo l’Asl 5 ha chiesto di poterne acquistare di nuove, ma la gara, gestita ancora una volta a livello regionale, non è mai partita. Un altro esempio di questa disorganizzazione è ciò che sta accadendo alla Pediatria dell’ospedale della Spezia: il reparto è stato trasferito momentaneamente a Traumatologia per un intervento di riqualificazione, ma i lavori, dopo tanto tempo, non sono ancora partiti e visto che nell’ospedale gli spazi sono compressi, ritardi come questo generano problemi in tutta quanta la struttura. Anche al San Bartolomeo di Sarzana le criticità non mancano. I lavori previsti per l’attivazione dell’Intensità di cura non sono mai iniziati, anche se il progetto esiste ed è stato finanziato da tempo. Al momento è tutto bloccato. Così come il day hospital dove i lavori per le nuove sale sono finiti da sei mesi, ma gli spazi rimangono inspiegabilmente chiusi.
Tutta la macchina sanitaria spezzina è vittima di un impasse decisionale che sta bloccando da mesi gli ospedali. Liti, faide interne, dimissioni annunciate e poi revocate, prevaricazioni dei ruoli stanno rendendo la vita impossibile ai pazienti e al personale sanitario".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure