Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Aprile - ore 15.38

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Paita: "Sarò sempre in prima linea per le donne, basta femminicidi"

Paita: "Sarò sempre in prima linea per le donne, basta femminicidi"

La Spezia - È accaduto ancora. Un'altra donna uccisa per mano del compagno, tra le mura di casa. Nella nostra regione e nella mia provincia: a Sarzana, due giorni fa.
Una storia su cui le istituzioni preposte faranno chiarezza e giustizia e che le pagine di cronaca ci raccontano in tutta la sua tragica dinamica. Ma anche un numero in più ad alimentare la drammatica statistica sul fenomeno del femminicidio e della violenza di genere.
Proprio ieri Amnesty International ha diffuso i risultati dell'indagine “Gli Italiani e le discriminazioni”, realizzata in collaborazione con Doxa, per fotografare il pensiero degli italiani su femminicidio, bullismo e omofobia.
I dati emersi fotografano un Paese in cui per 6 Italiani su 10 la violenza sulle donne è aumentata in questi ultimi anni e sempre più spesso si sentono notizie in cui si parla di femminicidio. Ma, a pensarla così, sono quasi 7 donne su 10, contro il 50% degli uomini. C’è poi un restante 40% di Italiani per i quali il fenomeno è rimasto invariato, ma che credono che se ne parli di più su media e social media (anche in questo caso, a minimizzare il problema sono gli uomini, risponde così il 47% contro il 30% delle donne).
Questi numeri chiariscono in maniera evidente, ancora una volta, quando le strade della cultura e dell'educazione al rispetto delle differenze siano le uniche percorribili per sconfiggere la mentalità distorta e il pregiudizio che spesso fanno da terreno fertile alla violenza di genere.
Nel corso della passata legislatura, il Partito Democratico si è impegnato in prima linea,così come nella tutela e promozione dei diritti civili, per approvare in Parlamento i provvedimenti necessari a contrastare questo fenomeno e fornire gli strumenti adeguati a tutelare le vittime e i figli di queste donne. Dalla legge sul femminicidio ai piani straordinari d’azione del Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio fino a uno stanziamento di fondi che non ha precedenti.
Il percorso è ancora lungo. Da parte mia, anche in questo nuovo ruolo di parlamentare come in questi anni in Consiglio regionale, mi batterò ogni giorno per promuovere la cultura del rispetto e dei diritti. Contro ogni forma di discriminazione e violenza.

Raffaella Paita, Deputata PD

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Stagione virtualmente finita in casa Spezia, tempo di bilanci. Chi merita la conferma nel settore tecnico secondo i lettori?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News