Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Febbraio - ore 22.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Oss, ok alla società in house. Con polemica: "Viale da Asilo Mariuccia"

Approvato all'unanimità dal consiglio regionale l'emendamento che apre alla mossa attesa dai 158 operatori sociosanitari.

"Maggioranza scorretta"

La Spezia - Approvato oggi in consiglio regionale l’emendamento per la costituzione di una società in house che apre uno spiraglio per la difesa dell'occupazione dei 158 Oss (operatori sociosanitari) spezzini. “Il centrodestra mantiene quello che promette e dimostra la serietà con cui situazioni difficili e complesse, come quelle delle Oss spezzine, debba essere affrontata – ha commentato dal Levante il sindaco della Spezia, Pierluigi Peracchini. Si dimostra così ancora una volta che solo all’interno di percorsi istituzionali ben precisi è possibile raggiungere dei risultati, non lasciandosi prendere dalla strumentalizzazione ad oltranza. Ringrazio tutti i consiglieri che hanno votato a favore, l’Assessore alla Sanità Viale e il Presidente Toti che fin da subito hanno preso a cuore questa situazione. Per quanto ci riguarda, da parte nostra continueremo a verificare il percorso finalizzato alla tutela del personale impegnato nei servizi socio sanitari”. L'emendamento salva Oss approvato (all'unanimità) è stato quello proposto dalla maggioranza, respinto quello dell'opposizione.

Così il consigliere regionale Juri Michelucci di Italia Viva: "Dopo due anni finalmente prende forma la richiesta di costituire una società in house al fine di tutelare le posizioni lavorative degli attuali Oss. La giunta regionale infatti, ha dato il via libera ad un emendamento su input del sottoscritto e del consigliere Battistini. Peccato solo per la scorrettezza istituzionale dimostrata perché la maggioranza non ha votato il nostro emendamento che era identico al loro. Poco importa, l'importante è il futuro delle 158 famiglie, per cui ho anche sottoscritto l'emendamento della maggioranza nonostante il comportamento da Asilo Mariuccia dell'assessore Viale. Ora attendiamo tutti il parere della Corte dei Conti. Prendo atto che sono state ascoltate le richieste dei consiglieri di opposizione a tutela dei posti di lavoro dei tanti dipendenti per i quali oggi si apre finalmente uno spiraglio". Il commento del consigliere di Linea condivida Francesco Battistini“Ci avevano detto 'la società in house non si può fare': oggi la maggioranza prima boccia il nostro emendamento al bilancio, ma poi ne presenta e approva uno che è la fotocopia. Insomma: rifiuta la posizione unitaria e cerca di mettere il cappello sulla nostra proposta; che però risale ormai a due anni fa. L'in house permetterà di assumere 158 lavoratrici e lavoratori che da anni si occupano con impegno dell’assistenza sociosanitaria nelle strutture di Asl. Un’azienda a capitale pubblico alla quale affidare, direttamente, il servizio oggi erogato da Coopservice. Ora dalla legge bisogna passare ai fatti, ma la soluzione è sicuramente più vicina. L’assessore Viale riconvochi il tavolo tecnico-politico e dia attuazione alla modifica normativa”. Soddisfatta per l'esito finale anche Alice Salvatore, capogruppo del Movimento cinque stelle: “È fondamentale sottolineare – afferma - che esiste una sentenza della Corte di Cassazione che consente l'assunzione diretta dei lavoratori senza istituire un concorso pubblico. Voglio specificare questo perché gli Uffici della Giunta regionale sono stati molto lenti nel recepire la proposta dei lavoratori, e qui voglio fare una menzione per Luciana Tartarelli del sindacato Fials, per la sua tenacia e solerzia nel promuovere questa ottima soluzione, insieme certamente a tutti i colleghi di tutte le sigle sindacali; e perché non vorrei dover nuovamente ricordare agli Uffici di Giunta leggi e regole che dovrebbero essere ben note a codesti uffici".

“Come maggioranza abbiamo mantenuto un impegno contenuto nell’Odg votato all’unanimità, senza fare proclami e facendo attenzione a non votare norme-manifesto facilmente impugnabili. A noi interessa la serietà e non la facile demagogia sulla pelle di tanti lavoratori, che negli anni di governo del centrosinistra non avevano avuto alcuna tutela”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e la vicepresidente e assessore alla Sanità Sonia Viale. “Non si tratta di aver bocciato un emendamento dell’opposizione - aggiunge Viale - ma di aver approvato un emendamento formulato meglio, non solo nella forma ma soprattutto nella sostanza, per dare maggiori garanzie di non essere impugnato dal Governo. La differenza tra noi e la minoranza è che quando si è trattato di votare l’emendamento della senatrice Pucciarelli al Senato lo hanno bocciato senza proporre alcuna alternativa da loro ritenuta migliore. Certo, una norma nazionale poteva addirittura prevedere direttamente la stabilizzazione, senza la necessità di creare la società in house, ma la loro incapacità di governo si è dimostrata evidente anche in questa circostanza”. "Alle Asl viene consentito di costituire delle società in house con le quali erogare servizi sociosanitari e si permette in particolare all’Asl 5 di assorbire i 158 lavoratori di Coopservice che rischiavano di perdere il loro posto di lavoro. Ugualmente importante e che riguarda i piccoli comuni - aggiunge De Paoli - il provvedimento con il quale vengono impegnati il 20% cento del fondo strategico regionale a favore dei comuni con popolazione inferiore ai 5 mila abitanti e del 30%
per gli anni successivi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News