Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Febbraio - ore 22.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Oss, Battisini a Ghini: "La società in house non è la soluzione? Ne indichi una lui"

La Spezia - "Ho letto con molto sconcerto l’intervento di Mario Ghini, il segretario generale di Uil Liguria, sulla vicenda degli Oss di Coopservice. Se Ghini è convinto che la politica abbia dato false speranze ai lavoratori ci detti lui una soluzione alternativa". Lo afferma il consigliere regionale di Linea condivisa, Francesco Battistini, replicando alle dichiarazioni rese dal segretario della Uil a CDS (leggi qui).

"Noi siamo pronti ad ascoltare, purché l'obiettivo sia uno: garantire e internalizzare i 158 lavoratori di quel comparto che fu malamente appaltato nei primissimi anni 2000. Ad oggi però - prosegue il consigliere - l'unica proposta concreta e credibile in campo è la nostra e si chiama: società in house. Detto ciò nessuno, tanto meno il sottoscritto, ha mai sostenuto che il concorso non fosse la via maestra anche per le assunzione nelle società a capitale pubblico, come quella che abbiamo proposto. Se Ghini, però, avesse studiato nel dettaglio le casistiche già affrontate in altre regioni avrebbe trovato sentenze del Tar utili a disegnare un percorso che porti a una soluzione positiva della vicenda. Per esempio la sentenza 2986/2014 tratta di uno strumento fondamentale: l'applicazione della clausola sociale. Oppure la sentenza 548/2015, che affronta una situazione simile a quanto proponiamo in Asl 5 confermando sia l'applicabilità dell’affidamento diretto del comparto OSS a una società in house sia l’applicazione della clausola sociale. Insomma, la nostra idea è semplice e si basa su modelli già realizzati in altre regione italiane. Costituiamo una società in house a capitale pubblico per la gestione di servizi sociosanitari, così come previsto anche dalla recente modifica alla normativa regionale. Ad essa affidiamo, per via diretta, la logistica alberghiera, cioè l'assistenza al paziente nelle strutture di Asl 5. Applichiamo, tramite accordo sindacale, la clausola sociale. In questo modo al subentro dell'appalto, oggi affidato a Coopservice, la nuova società potrà assorbire interamente il personale impiegato. Per le nuove assunzioni, invece, si procederà attraverso un concorso pubblico. Attendiamo, dunque, con curiosità le valutazioni e le proposte del segretario generale della Uil Liguria. Sperando che questa volta però siano frutto di un approfondimento che, evidentemente, ad oggi Ghini non ha fatto. Noi siamo convinti che la proposta di una società in house si possa realizzare in tempi brevi e che essa possa rispondere alle esigenze dei lavoratori", conclude Battistini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News