Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Febbraio - ore 14.45

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Oleodotto Nato, passaggio a vuoto in commissione

Chiamati a riferire il Comando di Cadimare e la Port Authority, ma la responsabilità del progetto di ingradimento è del Genio dell'Aeronautica e il Comando Rete Pol è a Parma. Si dovrà organizzare una nuova convocazione, il bando però scade tra poco.

NULLA di fatto
Oleodotto Nato, passaggio a vuoto in commissione

La Spezia - Quella che sui social network era tragedia, nel palazzo della politica diventa commedia degli equivoci alla prima occasione. Il primo passo di reazione della città alla notizia del nuovo pontile che la Nato ha commissionato e l'Aeronautica militare progettato in mezzo al Golfo dei Poeti, una falsa partenza. I toni preoccupati dei comunicati stampa evaporano di fronte alle spallucce degli interlocutori chiamati a dare soddisfazione alle tante domande che i cittadini si fanno in merito a questa ripresa degli investimenti militari in città.
Non è la scortesia dei convitati. E' che la prima e seconda commissione consigliare, riunite insieme per tenere al passo i consiglieri che seguono i rapporti con le autorità e chi i temi dell'ambiente, hanno semplicemente bussato alle porte sbagliate. Né il comando del Centro logistico di supporto dell'Aeronautica militare di Cadimare e né tantomeno l'Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Orientale potranno relazionare sul progetto di ampliamento del terminal spezzino dell'oleodotto Pol Nato.

"Mi prendo l'impegno di trovare le persone competenti che potranno meglio di me rispondere alle vostre domande", esaurisce con una frase il suo intervento il colonnello Massimiliano Lopes con le ali sulle spalline. Vero, l'oleodotto in questione è gestito dall'Aeronautica militare che lo usa per fare il pieno ai suoi aerei in alcune delle più importanti basi (Ghedi, Villafranca di Verona, Istrana, Rivolto e anche Aviano), ed è la stessa forza armata ad aver emesso il bando di gara di cui Città della Spezia ha dato notizia il 18 ottobre scorso (qui l'articolo). Ma il Comando della Rete Pol (Petroleum oil lubricant) non ha sede qui.

A rendere l'equivoco ancora più doloroso è il fatto che il centro delle operazioni - che coinvolgono sei regioni, una ventina di province e oltre cento comuni - si trovi nella vicina Parma, 120 chilometri dalla Spezia. Sarebbe bastato un breve viaggio in macchina per il tenente colonnello Roberto Ruaro che dirige la struttura. Oltre all'ufficiale, la struttura che sorge a due passi dalla pista dell'aeroporto "Giuseppe Verdi" dovrebbe essere composta da nove sottufficiali di cui due che fanno la spola proprio con Ruffino in quanto responsabili delle operazioni di immissione di carburante nel sistema (qui per approfondire). Se non lui la figura adatta da interpellare, forse il Genio con sede a Ciampino e che si occupa direttamente dell'upgrade del terminale avrebbe mandato un incaricato. Non mancava il tempo per capire a chi rivolgersi e richiederne la presenza in ogni caso.

Sono perplessi gli sguardi di molti consiglieri anche quando il segretario generale dell'Adsp Francesco Di Sarcina, con lui l'ingegner Davide Vetralla, vengono chiamati a illustrare invece la situazione del terminal di Arcola Petrolifera. Altra conduttura subacquea posta subito a ponente del sito Pol Nato. Questa ricade all'interno delle responsabilità del demanio marittimo e quindi della Port authority, ma non è l'infrastruttura oggetto del bando di gara e neanche delle preoccupazioni per le conseguenze di un'eventuale rottura (qui per approfondire). Qualche consigliere chiederà infine di inquadrare meglio il problema prima di tornare sull'argomento in un nuovo appuntamento istituzionale. La commissione congiunta si scioglie dopo un'oretta avendo prodotto soprattutto ciglia aggrottate. Per le risposte, se ne riparla più avanti. Il bando di gara nel frattempo scade tra poco più di due settimane. Il 3 dicembre si conoscerà il nome del vincitore dell'appalto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News