Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Settembre - ore 17.08

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Ok unanime alla variazione di bilancio, giù canoni per enti no profit

Il Comune della Spezia, complice la pandemia, registra oltre 11 milioni di minori entrate.

"Boccata d'ossigeno"
Ok unanime alla variazione di bilancio, giù canoni per enti no profit

La Spezia - Approvata ieri sera all'unanimità in consiglio comunale la 'Variazione di assestamento al bilancio di previsione 2020-2022 ai sensi dell’articolo 175 comma 8 del D.Lgs n. 267/2000 e variazione DUP 2020-2022', delibera che, tra le varie cose, come spiegato dal sindaco, certifica per Palazzo civico un saldo negativo di circa 4,6 milioni di euro dovuto al raffronto tra circa 11,5 milioni di minori entrate (buona parte imputabili alla grana della pandemia) e circa 7 milioni di maggiori entrate, voce sostanziata ad esempio dagli oltre 4 milioni arrivati da Roma per lo svolgimento delle funzioni fondamentali dell'ente.

Con la delibera, si legge in una nota esplicativa pervenuta oggi da Palazzo civico, "il Comune della Spezia ha deciso di ridurre i canoni di concessione per associazioni e più in generale enti no profit e i gestori di parchi pubblici a causa dell’emergenza coronavirus. In considerazione, infatti, delle attività di interesse generale che le associazioni e, più in generale, gli enti no-profit svolgono, sarà ora possibile riconoscere loro un contributo pari a tre mensilità, sostanzialmente coincidente al periodo di lockdown come sancito dalla norma. Un analogo sconto è previsto per i gestori dei parchi pubblici. I parchi, infatti, sono rimasti chiusi per legge, rendendosi impossibile lo svolgimento delle attività ed alle aree date in concessione. Il periodo di riferimento è sempre quello del lockdown parametrato in tre mensilità".

“Una boccata d’ossigeno per tutte quelle attività che hanno avuto difficoltà durante il lockdown e i gestori dei parchi pubblici – dichiara il Sindaco Pierluigi Peracchini – anche se il bilancio è tema molto delicato ed è necessario, in momenti di crisi come questi, mantenere il più possibile la barra dritta, abbiamo ritenuto doveroso andare in aiuto alle associazioni e ai gestori, perché non possiamo permetterci che venga compromesso in alcun modo la tenuta sociale della nostra comunità. Ringrazio l’Assessore Gagliardi per il suo lavoro come quello di tutti gli uffici e i consiglieri comunali che votando la variazione hanno reso possibile questo provvedimento”

“Una scelta di buon senso e di attenzione – dichiara l’Assessore al Patrimonio Manuela Gagliardi – verso chi durante il lockdown non ha potuto svolgere la propria attività. L’emergenza sanitaria è stata una doccia fredda per tutti, comprese le associazioni no profit e i concessionari di parchi pubblici. Per garantire una ripartenza più serena, abbiamo deciso di dare un aiuto in questo senso, sospendendo di fatto il pagamento per tre mesi. La speranza è proprio quella che una politica sensibile alle difficoltà che stanno vivendo possa favorire una ripresa delle attività”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News