Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Agosto - ore 15.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Mussolini, niente Spezia. E Cenerini attacca: "Integrazione? Otto bimbi italiani e due stranieri"

L'europarlamentare non interverrà per "improvvisi impegni".

Mussolini, niente Spezia. E Cenerini attacca: `Integrazione? Otto bimbi italiani e due stranieri`

La Spezia - "E' con grande dispiacere che devo annunciare che per improvvisi impegni dell’On. Alessandra Mussolini, europarlamentare di Forza Italia, al parlamento europeo, la manifestazione domani non si terrà. Comunque verso le 17.30 sarò presente in Piazza (Brin, ndr), nella parte bassa lato mare per parlare con i cittadini e per accogliere quanti non raggiunti dalla notizia dell’annullamento". A parlare è Fabio Cenerini, esponente di Fratelli d'Italia, candidato al consiglio in qualità di sostenitore di Pierluigi Peracchini. Gli "impegni improvvisi europarlamentari" (come precisa Cenerini in un video) dell'onorevole Mussolini sembrano proprio cadere a fagiolo, viste le polemiche innescate in città dell'arrivo dell'europarlamentare e del suo ingombrante cognome, per quanto essere nipoti di un dittatore non sia una colpa. Contro la tappa spezzina della pasionaria di destra non si sono fatti sentire solo dal centrosinistra, ma anche dalla coalizione che sostiene Peracchini. A levarsi, la voce di Luca Bergonzoli e Paolo Messuri, liberali doc candidati sotto l'egida fittiana di Direzione Italia.

"E’ sorprendente l’interesse che si è scatenato intorno a questo evento - scrive ancora Cenerini - e sono surreali le dichiarazioni degli esponenti del Pd! A partire dalla povera segretaria provinciale Federica Pecunia, soggiogata dalla strabordante personalità negativa della Paita, per passare all’impalpabile consigliere regionale Juri Michelucci, ma qualcuno si è accorto che è in regione? Forse solo lui quando gli arrivano gli undicimila euro mensili che dicono prenda un consigliere spezzino.
Michelucci prima dice che è scoppiata la bomba a destra, poi anche oggi invita Pierluigi Peracchini a prendere le distanze, da me e dalla manifestazione!
Ma da cosa le avrebbe dovute prendere? La manifestazione titolava “Integrazione il fallimento della sinistra!”, capisco che i comunisti pentiti del PD, siano in difficoltà sull’argomento e la buttino in caciara!".

Conclude il candidato: "L’altra sera sono stato in Piazza Brin, c’erano solo domenicani, una trentina di bambini giocavano, ma come detto erano esclusivamente sudamericani. Questa è integrazione?
La comunità magrebina presente numerosa, sta ben distinta e distante da quella domenicana!
L’integrazione per me sarebbe otto bambini italiani e due stranieri che giocano insieme!
Certo l’evanescente Michelucci e la sottomessa Pecunia, che salgono in cattedra a dire cosa deve fare il candidato sindaco avversario, disperati per i sondaggi che vedono allontanarsi il ballottaggio per Manfredini, devono girare la frittata, nascondere che gli italiani nel quartiere Umbertino, vivono nella paura, barricati in casa appena fa buio, grazie alla gestione della sinistra. Lo spaccio è la regola, come la prostituzione nei portoni! Anche gli immigrati perbene, sono stanchi dei continui fenomeni di degrado e maleducazione che si verificano! Minacce, edicole usate come vespasiani su cui orinano persone sfinite dalle bottiglie di birra ingurgitate, stranieri che in mezzo alle piante si accucciano per fare i loro bisogni corporali.
Ecco l’integrazione dei razzisti del PD verso gli italiani e gli stranieri perbene!
Bravi Michelucci e Pecunia fate proprio bene a buttarla sull’ideologia, perché non vi è rimasto altro!".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure