Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 21 Aprile - ore 11.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Michelucci: "Chiusura tratto autostradale Deiva-Carrodano, ho scritto al prefetto"

sull'a12
Michelucci: "Chiusura tratto autostradale Deiva-Carrodano, ho scritto al prefetto"

La Spezia - "Ho scritto al Prefetto della Spezia per chiedere garanzie concrete sul transito dei mezzi di soccorso e, in particolare, di quelli diretti dalla nostra provincia agli ospedali genovesi". Juri Michelucci vuole vederci chiaro e ha scritto al Prefetto della Spezia Antonio Lucio Garufi: "La situazione di forte disagio venutasi a creare dopo la chiusura notturna, per lavori, del tratto autostradale Deiva Marina-Carrodano è, infatti, cosa ben nota. La strada alternativa è chiaramente inadeguata ad assorbire i flussi di traffico, soprattutto di quello pesante, che vi si riversano e, oltre ai disagi, vi è un problema oggettivo di sicurezza e incolumità che merita di essere affrontato con attenzione. È ben noto infatti che, molto spesso, pazienti provenienti dalla nostra provincia devono essere trasportati, per cure urgenti e particolari, negli ospedali genovesi. Ma se l’andata è assicurata, lo stesso non vale per il ritorno, visto che il personale medico e infermieristico è reperibile per tutte le urgenze notturne e quindi deve tornare subito indietro e i pazienti, una volta curati al pronto soccorso, sono costretti ad affrontare un lungo viaggio per andare a casa".

Continua Michelucci: "La chiusura notturna dell'autostrada costringe anche le ambulanze al percorso alternativo, che oltre a essere già di per sé più impervio, spesso presenta a chilometri di code che allungano i tempi. Non più tardi di qualche giorno fa il personale che aveva accompagnato, in serata, un paziente al pronto soccorso di Genova è tornato soltanto a mezzanotte alla Spezia, perché è stato costretto a fare il passo del Bracco. In casi di soccorso però, proprio il fattore tempo, rappresenta una variabile fondamentale. E quindi credo che occorra individuare una soluzione prioritaria e concreta, visto che l’attuale situazione può mettere a rischio la vita e la salute delle persone. Si tratta di un interesse collettivo di grande rilevanza e ritengo che la Prefettura, nella sua azione di coordinamento, possa e debba attivarsi quanto prima per fornire queste garanzie ai cittadini".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News