Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19 Settembre - ore 16.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Melley: "Cosap aumentato? Mi chiedo quale altra sorpresa vorrà fare l'amministrazione"

"ma a pagare non dovevano essere solo i turisti?"
Melley: "Cosap aumentato? Mi chiedo quale altra sorpresa vorrà fare l'amministrazione"

La Spezia - "Mi scuso con gli operatori commerciali per essermi fidato delle dichiarazioni del sindaco e della giunta che non sarebbero aumentate quest'anno tasse ed imposte a carico degli spezzini, ma solo (...) quelle a carico dei turisti che soggiorneranno nella nostra città!". A parlare è un caustico Guido Melley, consigliere comunale di LeAli a Spezia, che affida al social network Facebook il suo sfogo in merito alla tariffa per il suolo pubblico che ieri, in Piazza Cavour, ha portato ad un fiume di espressioni di disappunto da parte dei commercianti della piazza del mercato ( clicca qui).

"Ieri - scrive Melley - abbiamo appreso che sono stati recapitati i bollettini annuali per il canone del suolo pubblico per gli operatori dei mercati ambulanti che lavorano in piazza Cavour ed al mercatino del venerdì di viale Garibaldi : bollettini riportante un aumento del canone superiore al 30%".

"Sulla base di questi presupposti - prosegue, al momento della discussione sul Bilancio comunale del 2018, ho analizzato tutte le entrate tributarie ed extratributarie previste dalla Giunta Peracchini e per il canone del suolo pubblico non sono emerse variazioni significative per nessuna categoria interessata, tanto che non ho sollevato obiezioni di sorta.
Il pesante aumento varato è anche per me un fulmine a ciel sereno, ma la cosa che non mi piace per niente è che il Sindaco non ne aveva mai fatto cenno in precedenza, ne' in Consiglio Comunale ne' in incontri con le associazioni di categoria, ne' tramite i media locali!"

"Quando si amministra una città - scrive ancora Melley -, un territorio, prima di tutto occorre una vera assunzione di responsabilità nel portare avanti le proprie scelte: in piena trasparenza e senza dover nascondere nulla ai cittadini, alle rappresentanze sociali ed a quelle politico-istituzionali. Sino ad ora - e lo dico con rammarico- troppe sono state le circostanze in cui il Sindaco e la Giunta hanno nascosto le loro vere intenzioni o, addirittura, hanno detto e fatto cose molto diverse dalle promesse raccontate in campagna elettorale".

"Hanno fatto decadere il PUC a dicembre senza spiegare il perché - incalza il consigliere -, e oggi 'scopriamo' che uno dei motivi (nascosti e malcelati) era quello di consentire l'apertura dell'ennesima Grande Struttura di Vendita di proprietà Coop nell'area ex Sio di via della Pianta. Non hanno mai detto nulla sull'idea di vendere parchi pubblici (il Colombaio) e Scuole dismesse (Fabiano basso, Campiglia ecc) e non ancora dismesse (via Firenze), e solo grazie al nostro lavoro di indagine sui documenti di bilancio abbiamo "scoperto" un piano di alienazioni di beni comunali mai discusso con la cittadinanza".

"Oggi "scopriamo" l'aumento del 30% del Cosap - conclude il leAlista - per gli operatori dei mercati, i quali - totalmente ignari del provvedimento -si troveranno a dover sostenere oneri aggiuntivi in un momento di grave crisi delle attività commerciali e, soprattutto, in un momento in cui si dovrebbe piuttosto ripensare e progettare il format distributivo della piazza del Mercato del futuro ( e non solo la sua struttura di copertura...) e la fisionomia del mercato del Venerdì. A quando la prossima "scoperta" alla faccia del confronto pubblico, della trasparenza e della partecipazione ?"

In una nota ufficiale Melley incalza: "L’aumento della Cosap per gli operatori di Piazza del Mercato non solo è sbagliato in sé, specialmente in un momento in cui è necessario tutelare il commercio cittadino; ma è anche sbagliato nel metodo, con una decisione unilaterale presa senza consultare gli operatori e le associazioni di categoria. Troppo comodo praticare la democrazia partecipata quando non si rischia nulla, come per il referendum sul futuro, fumoso, di Piazza Cavour. Il Sindaco vada in Piazza del Mercato, al Venerdì ed in Via Prosperi a spiegare i motivi dell’aumento agli operatori, magari li convincerà della giustezza del provvedimento; e spieghi anche perché è stato come un fulmine a ciel sereno, come affermano gli stessi operatori, tenuti prudentemente all’oscuro, lui che si riempie la bocca di dialogo con i cittadini e partecipazione. Da parte nostra, come LeAli a Spezia daremo battaglia contro l’aumento in Consiglio Comunale.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News