Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Luglio - ore 23.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Melley: “Cittadini che pagano il caos della Asl spezzina nel silenzio di Toti e Peracchini"

Il consigliere di minoranza: "Necessario nuovo corso, una nuova pianificazione della sanità spezzina che tuteli la qualità del servizio pubblico".

"E’ l’ora di dire basta”
Melley: “Cittadini che pagano il caos della Asl spezzina nel silenzio di Toti e Peracchini"

La Spezia - “Nel silenzio colpevole del sindaco Peracchini e del Presidente della Regione Toti sono mesi che la nostra Asl è in uno stato di caos conclamato. Un caos che pagano cittadini e lavoratori, attraverso servizi sempre più scadenti e condizioni di lavoro sempre più precarie e difficili.” Così Guido Melley, Capogruppo di LeAli a Spezia, che continua: “C’è una guerra intestina tra gruppi dirigenti e alimentata dal potere politico, in primis dalla Lega tramite il suo assessore Viale, che sta portando la nostra sanità pubblica allo sfascio. Una Lega che fa la voce grossa, che ha imposto la nomina della Banchero, un direttore sanitario che non è stata in grado di imprimere alcuna svolta positiva alla gestione della ASL.”

“Conti, coinvolto in una inchiesta delicata, demansiona il direttore sanitario togliendole la responsabilità del dipartimento emergenza e cure primarie - arringa Melley. Un mese fa, assieme agli altri gruppi, come Leali A Spezia avevamo detto e scritto che la scelta di nominare il direttore sanitario come responsabile di un dipartimento così importante (che si occupa dell’organizzazione del pronto soccorso, del 118, dell’integrazione con rianimazione e terapia intensiva), era stato un grave errore. Avevamo ragione. Al contrario, salutiamo con favore la nomina al Dea di Cinzia Sani, figura di grande esperienza e competenza, un incarico che si sarebbe dovuto affidare molto tempo fa, premiando finalmente il merito e non l’appartenenza politica.”

Conclude il capogruppo di LeAli a Spezia: “E’ l’ora di dire basta: Asl5 deve cessare di essere territorio di conquista e di scontro di gruppi di potere e politici. È necessario invece un nuovo corso, una nuova pianificazione della sanità spezzina che tuteli la qualità del servizio pubblico. Da parte nostra abbiamo fatto una serie di proposte come un piano d’investimenti per la rete ospedaliera, un nuovo piano organici, l’attivazione della Conferenza dei sindaci e di un confronto reale con le associazioni e le forze sociali e sindacali.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News