Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Novembre - ore 10.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Manfredini mezzo Federici, Peracchini due Chiarandini | Foto

Forcieri scippa il terzo posto ai grandi delusi grillini. Melley sottotono, Guerri meglio di cinque anni fa.

Manfredini mezzo Federici, Peracchini due Chiarandini<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/fotogallery/la-notte-elettorale-ai-point-dei-2389_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Foto</a></span>

La Spezia - Pierluigi Peracchini, candidato sindaco di un centrodestra unito e più ampio possibile, è il trionfatore del primo turno delle elezioni comunali spezzine. Per la prima volta gli avversari del centrosinistra si pongono come forza realmente in grado di mettere le mani su Palazzo civico. E dire che solo cinque anni fa il centrodestra era ancora un semplice sparring partner, spettatore quasi impotente delle borsate di consenso del centrosinistra. Nel 2012, il candidato del centrodestra (di fatto il solo Pdl, perché la Lega andò in solitaria rimediando il 3.5%), Fiammetta Chiarandini, raccolse poco meno del 16 per cento dei voti. Da allora, sono trascorsi cinque lunghissimi anni nei quali il centrosinistra ha perso pezzi, il Pd ha cominciato a lacerarsi irrimediabilmente, il centrodestra ha trovato una nuova dimensione conquistando Regione e diversi Comuni e le forze anti sistema hanno trovato gonfiato il petto. Quanto ha fatto Peracchini a questo primo turno? 32.62 per cento, 13.187 voti in totale.

Centrosinistra dimezzato
Il risultato del candidato della coalizione di centrosinistra, l'ex presidente del consiglio comunale Paolo Manfredini, è meno della metà di quello ottenuto da Massimo Federici nel 2012: 25.07 per cento oggi (10.137 voti), 52.55 per cento (21.448 voti) allora. Il sindaco uscente guidava una coalizione ampia, che andava dall'Udc a Rifondazione. Manfredini ha corso sostenuto da un gruppo in cui il Pd fa la parte di un sofferente leone, affiancato da una serie di liste civiche, dai pisapiani di A Sinistra!, dall'Idv. Ferito, indebolito, spesso nel mirino non solo per questioni politiche, ma anche perché visto come prima espressione dell'establishment, il centrosinistra a trazione Pd riesce comunque ad arrivare al ballottaggio da secondo, senza aver mai temuto un istante di non farcela, vista la distanza siderale del terzo classificato, Lorenzo Forcieri, che un po' a sorpresa ha soffiato l'ultimo gradino del podio a un Movimento cinque stelle in caduta libera.

Forcieri e Melley
Due candidati di centrosinistra in grado di offrire un'alternativa a chi non era entusiasta della proposta 'ufficiale' di Pd e soci. E probabilmente anche due candidati che in parte si sono contesi dei voti. Alla fine ha fatto meglio Forcieri, che ha raccolto il 9.19 per cento (3.716). Melley, quinto piazzato, ha fatto il 7.89 (3.190). E' scontato attendersi in queste due settimane contatti tra i due e il centrosinistra targato Pd per vedere se ci siano i margini per far arrivare i voti piovuti sugli ex presidenti di Autorità portuale e Spezia risorse fino alle tasche del preside socialista. Ma guai a dare le cose per scontate. Certo è che i due non sono privi di 'potere contrattuale'. Un appunto: il coordinatore di Forza Italia in Liguria, Sandro Biasotti, ex presidente della Regione, si è detto convinto che Forcieri i suoi voteranno per Peracchini, al secondo turno. Ma Biasotti è anche convintissimo che a Spezia ci siano ancora i comunisti (parola sua, in chiusura di campagna).

Comunisti contro
L'ex segretario di Rifondazione comunista Massimo Lombardi, che ha messo un attimo da parte falce e martello per forgiare il soggetto civico 'Spezia bene comune', è stato votato come sindaco dal 4.68 per cento degli spezzini (1.521) che sono andati alle urne. E' andata peggio al vice sindaco uscente Cristiano Ruggia, esponente del Partito comunista italiano: 2.84 per cento il suo risultato da candidato. E le due liste a suo sostegno, insieme, non hanno raggiunto la soglia di sbarramento del tre per cento, limen decisivo per trovare spazio in consiglio comunale.

Cinque stelle cadenti, Guerri ok
Anche alla Spezia il Movimento cinque stelle raccoglie i cocci di un'amara sconfitta. I tempi d'oro sembrano proprio andati, polverizzatisi tra dictat, settarismi e scelte poco comprensibili (Spezia ne sa qualcosa, vedi il benservito grillesco a Marco Grondacci). La candidata Donatella Del Turco è stata votata come sindaco dall'8.81 per cento degli spezzini andati ai seggi, raccogliendo 3.562. Il candidato pentastellato Ivan Mirenda, nel 2012, ne aveva raccolti 4.368 (10.7 per cento). Non male la performance di Giulio Guerri, che come candidato sindaco ha raccolto 2.530 voti, circa 600 in più rispetto al 2012. Decisivo ai fini di questo buon risultato anche l'interpretazioni da parte del consigliere uscente delle istanze degli ex grillini di area pizzarottiana.

Fanalini di coda
Tanto entusiasmo ma davvero spiccioli per i restanti quattro candidati Cesare Bruzzi Alieti (Casapound), Agostino Cucciniello (La Spezia si cura), Marina di Filippo (Forza Nuova) e Gaetano Russo (Città nuova). L'unico del gruppetto ad aver superato l'uno per cento è l'avvocato Bruzzi Alieti (1.22 per cento), vittorioso quindi sulla candidata di Forza Nuova nel derby della destra sociale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure