Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Gennaio - ore 12.02

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

M5S, lo sbarramento di Grillo: "Grondacci non può essere candidato"

Un post scriptum a un intervento sul blog beppegrillo.it taglia le gambe alla candidatura del giurista spezzino, approvata all'unanimità dalla plenaria di ieri sera. "Avrebbero potuto dirlo prima, ma io rispetto le regole".

M5S, lo sbarramento di Grillo: `Grondacci non può essere candidato`

La Spezia - E' durata poco più di 12 ore l'avventura di Marco Grondacci da candidato sindaco per il Movimento cinque stelle alle amministrative spezzine della primavera 2017.
Poco fa un post scrittum a un intervento sul tema della ricostruzione delle zone terremotate sulla home page del blog beppegrillo.it stronca sul nascere la corsa alle Comunali del giurista spezzino che ieri sera era stata sostenuta all'unanimità da una plenaria partecipata da 70 attivisti. Una collocazione originale, quella dell'intervento anti-Grondacci, che evidenzia la forte volontà dei vertici nazionali del Movimento di mettere fine alla questione.

"Chi ha già svolto due mandati elettorali (a qualsiasi livello e in qualsiasi anno) non si può più candidare con il Movimento cinque stelle, questa è una regola e in quanto tale non può essere derogata. Quindi, nonostante le notizie riportate dalla stampa, Marco Grondacci non può essere candidato con il Movimento cinque stelle. Inoltre le liste proponenti che dovessero dichiararsi ufficiali del Movimento cinque stelle prima della certificazione potrebbero essere inibite all'uso del logo". Una stroncatura netta per il candidato, per il quale si attendeva il pronunciamento dell'onorevole Riccardo Fraccaro, responsabile delle verifiche sulla candidabilità per tutto il Nord Italia. Un parere che a questo punto, anticipato dal portale nazionale emanazione del leader Beppe Grillo, diventa pressoché inutile, oltre che scontato.

"Io avevo dato la mia disponibilità, senza mai nascondere quello che ho fatto in passato. Un anno fa, quando posi la questione, pareva che la regola dei due mandati valesse dopo la nascita del Movimento. Quando mi candidai nel 1985 al consiglio di circoscrizione con la tessera del Pci non potevo certo immaginare lo scenario politico attuale. Evidentemente viene considerato un demerito l'aver fatto politica anche prima di Grillo". E' un Grondacci amareggiato, quello che risponde ai microfoni di CDS. Solo ieri sera il clima di partecipazione e l'entusiasmo della plenaria lo avevano commosso, oggi la doccia fredda. Forse non inaspettata, viste le dinamiche a dir poco particolari (almeno nello scenario politico) di come vengono prese le decisioni all'interno del M5S, ma di sicuro difficile da mandare giù.

"La mia posizione è nota: io rispetto le regole, chiedo agli altri di farlo ed è un principio fondante della mia vita. Se ho una credibilità in città - prosegue il giurista spezzino -, se ieri, in un momento non facile per il Movimento, ho raccolto 70 preferenze e tre sole astensioni, è perché sono coerente con principi come questo. Apprendo di questa regola e ne prendo atto. Certo, da una forza politica che vuole governare questo Paese, mi sarei aspettato una risposta in tempi più brevi, e non poche ore dopo il voto unanime dell'assemblea, avendola posta un anno fa".
Un altro scossone, per i pentastellati della Spezia, che dopo le dimissioni (per "motivi personali") dell'ex capogruppo Ivan Mirenda, ora dovrà digerire anche questa nuova vicenda, non proprio edificante a livello di immagine.
"Faccio un passo indietro - aggiunge -, e mi metterò al lavoro per il prossimo candidato. Non farò una lista civica, come ho sempre sostenuto: credevo nel progetto politico che stava nascendo. Sono sconfitto ma contento di aver ricevuto attestati di stima dentro e fuori il M5S".
Grondacci, evidentemente, non potrà essere candidato nemmeno all'interno della lista per il consiglio comunale. In compenso, in caso di vittoria dei grillini spezzini, potrà fare l'assessore. E lo avrebbe potuto fare anche se di mandati amministrativi ne avesse svolti a decine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure