Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 28 Luglio - ore 20.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Lettere al vetriolo tra Paita e Forza nuova. Mdp con gli ex compagni: "Isolare neofascisti"

Lettere al vetriolo tra Paita e Forza nuova. Mdp con gli ex compagni: `Isolare neofascisti`

La Spezia - Forza nuova che punzecchia la Paita, la Lella che risponde, gli scissionisti di Articolo 1 - Mdp che intervengono a difesa dei 'nemici' Pd. Prosegue la querelle innescatasi in seguito all'affissione presso numerose sedi e circoli Pd di volantini forzanuovisti in cui si accusano i Dem di aver tradito la patria e di essersi venduti ai soliti Soros e De Benedetti.
Il commento di Mdp: "Il blitz compiuto da aderenti a Forza Nuova, consistente nell’affissione, in svariate parti d’Italia, di manifesti sulle porte delle sedi del Partito Democratico ha interessato anche la nostra provincia. Le diverse forze politiche del centrosinistra spezzino sono state oggetto, più e più volte in passato, di atti di propaganda neofascista; quello di queste ultime ore è solo l’ennesimo episodio di una lunga serie. Articolo 1 – MDP La Spezia esprime ferma condanna verso tutti questi gesti. L’attuale normativa italiana, pur con le eventuali integrazioni che il nostro Parlamento riterrà utile apportare in futuro, consente già oggi di perseguire le organizzazioni che compiono azioni di propaganda fascista o a sfondo razzista. Articolo 1 – MDP La Spezia sollecita pertanto le autorità del nostro territorio ad operare, in ottemperanza alla normativa già esistente, per riconoscere ed isolare ogni rigurgito neofascista".

Stamani, come detto, Fn ha cercato la Paita. "Gentile Signora - così in una lettera aperta il coordinatore provinciale Andrea Moretti - ci permetta le sue esternazioni nei nostri confronti sulla stampa locale, on line e non, circa innocui volantini attaccati fuori delle sedi del PD , ci fanno sorridere, ma dopo ne entreremo nel merito. Intanto vogliamo ricordare: Lei ha una lunga carriera politica, dalla sinistra giovanile, alle giunte di sinistra alla Spezia, alla direzione generale nazionale, già assessore regionale, ultimamente candidata alla presidenza della Regione Liguria; purtroppo per lei “trombata”. Ci perdoni non è assolutamente una parolaccia ne vogliamo mancarle di rispetto, se la ritiene tale la ritiriamo subito ; lei sa che in gergo elettorale il candidato che non vince viene definito così. Nel frattempo cosa è accaduto: avete cominciato a perdere Porto Venere, poi Lerici, poi Ameglia, poi la Regione Liguria, poi La Spezia e dulcis in fundo Genova. Ma qualche domanda se la pone ? Ve la ponete?
Detta questa premessa passiamo al fatto “i volantini forzanovisti fuori dalle sedi del PD”, riportiamo un passo delle sue esternazioni “…Un fenomeno vergognoso, che si manifesta con attacchi vigliacchi avanzati di notte, col buio…”  . Vergognoso? Attacco vigliacco un innocuo volantino che vi richiama alle vostre pesanti responsabilità politiche ? Pure firmato FN ? Attaccato da nostri militanti in tour per l’Italia a risvegliare una opinione pubblica stordita dai vostri malgoverni ? Magari hanno transitato per La Spezia che era buio; militanti che se avremmo la fortuna di incontrare gli pagheremo pure la pizza e da bere. No Signora Lella, i vigliacchi li vada a cercare nei centri sociali, in forze di sinistra a voi attigue che invece dei volantini lanciano le molotov, spaccano le vetrine e le macchine, incendiano i cassonetti, attaccano 10 contro 1 con spranghe e bastoni; naturalmente incappucciati come si addice ai veri vigliacchi, dai quali non prendete mai le distanze. Alla Spezia è successo anche recentemente.
I nostri , i patrioti, venga in “osservazione” palese od occulta come preferisce, ad un nostro presidio, gazebo o manifestazione, sono tutti a viso scoperto, belli, giovani sorridenti, tranquilli, forti delle loro idee e valori.
Cambiate registro e classe dirigente (quindi lei dovrebbe andarsene), questa classe dirigente in Liguria vi ha portato al disastro elettorale e politico e ora su di voi incombe “sinistramente”, ora per voi diventa un incubo, Sarzana, con un Cavarra che 100 ne fa e 100 e una ne sbaglia".

La Lella non ha scelto la via dello Zen, rispondendo colpo su colpo: "Caro signor Moretti, non prendo lezioni da chi guida un  movimento politico di estrema destra  che, com’è giusto che sia, alle elezioni prende percentuali da prefisso telefonico. La gente come lei e come il suo sparuto gruppuscolo di nostalgici è stata sconfitta dalla storia. Vede, a me i vostri volantini non danno fastidio per le critiche (peraltro deliranti) che muovono al Partito Democratico, ma per gli 'ideali' che Forza Nuova rappresenta: razzismo, intolleranza, omofobia, insomma il peggio del peggio. E non c’è nulla di innocuo in tutto questo. Quelli che lei chiama patrioti sono persone che rimpiangono una dittatura lunga vent’anni,  che ha portato guerra e morte in questo Paese e trovo assurdo che oggi ci sia ancora gente che guardi con ammirazione a quella pagina vergognosa della nostra storia. Parlando di ciò che accade oggi, invece, penso che il Partito Democratico non debba certo rendere conto a lei o a Forza Nuova del risultato delle recenti amministrative. Anche perché non penso che lei possa considerarsi un vincitore di queste ultime elezioni, a meno che non mi sia sfuggito qualcosa. E a quel punto allora sì che comincerei a preoccuparmi", ha dichiarato in una nota la capogruppo Pd in Regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure