Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 21 Aprile - ore 09.10

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La voce del Comune: "Violenza donne: concretezza, non chiacchiere"

La voce del Comune: "Violenza donne: concretezza, non chiacchiere"

La Spezia - "La nuova amministrazione comunale della Spezia crede fortemente nelle attività di prevenzione e contrasto alla violenza alle donne, per questo il sindaco Pierluigi Peracchini e l’assessore alle Pari opportunità Giulia Giorgi hanno disposto un investimento di 55.000 euro per le pari opportunità, che saranno utilizzate non per chiacchiere né per propaganda ma per progetti concreti. L’Amministrazione credeva talmente tanto nell’importanza di investire sulla sicurezza delle donne da prevedere anche 200.000 euro di fondi provenienti dallo Stato: purtroppo cinque anni di governo di centro-sinistra hanno avuto come risultato che questi soldi da Roma non sono arrivati. Tali risorse dunque, attualmente non presenti, potranno essere utilizzate solo se versate dal Dipartimento delle Pari Opportunità nelle casse comunali, in caso di finanziamento di progetti futuri". Parole dure, giudizi politici taglienti, per quanto senza un parlante ben identificato, quelli che aprono un comunicato stampa diffuso oggi da Palazzo civico, che prosegue spiegando che "quest’anno usufruiremo del contributo che la Regione Liguria ha stanziato, pari ad euro 65.587,70, tre volte maggiore rispetto agli anni passati, dedicato alla prevenzione, al recupero e al sostegno delle donne vittime di maltrattamento, nonché alla formazione specifica. Il progetto AMALI, presentato a giugno 2017 e vinto a settembre 2017, sarà centrale nel percorso programmatico delle Pari Opportunità: il nostro Comune, infatti, ha vinto un finanziamento di 111.565,00 euro che deriva dal POR-FERS della Regione Liguria e lo vedrà capofila in tutta una serie di iniziative contro le violenze sulle donne insieme ai partner Cooopselios, MA.Ris e Isforcoop. Il progetto AMALI garantirà una implementazione dei servizi del Centro Antiviolenza Irene, in particolare per le azioni a favore delle donne e minori che concludono il percorso di autonomia, con strumenti di sostegno specifici, avviando contestualmente tutta un’attività operativa, innovativa per i maltrattanti: si tratta sia di interventi di prevenzione del fenomeno, ma anche di un loro recupero offrendo riabilitazione e sostegno. Le attività, è bene precisarlo, saranno distinte: le donne verranno sostenute nei loro percorsi di autonomia e uscita dalla violenza attraverso gli strumenti e i locali del Centro Antiviolenza Irene, le azioni rivolte ai maltrattanti saranno invece svolte da personale e locali dedicati attraverso l’attività della Cooperativa Ma. Ris e in altri luoghi come tribunale, carcere".
Si parla poi di altri progetti "focalizzati sul riavviare una formazione dedicata a tutti gli attori coinvolti a tutela delle donne, dal personale medico alle forze dell’ordine, al personale sociale e sanitario. In parallelo, nelle attività di formazione e di prevenzione saranno coinvolte anche le scuole del territorio, dove i più giovani potranno confrontarsi con esperti e personale specializzato. Il mese di Maggio sarà dedicato a percorsi formativi in collaborazione con ANCI e con tutti i partner del territorio Ligure, finalizzati all’informazione e sensibilizzazione dei servizi e metodologie operative contro la lotta alla violenza. L’Assessorato ha riattivato e incrementato il progetto sulla tratta degli esseri umani in rete con la Regione Liguria, la Città Metropolitana di Genova, il Comune di Chiavari e con il coinvolgimento in qualità di partner operativo della Cooperativa Lindbergh con l’unità di strada".

Poi interviene il sindaco. "Il nostro Comune è assolutamente in prima linea per contrastare la piaga della violenza alle donne - dichiara Peracchini in una nota - per questo, per la prima volta, questa Amministrazione ha deciso di finanziare e promuovere una serie di iniziative programmatiche per la formazione degli operatori aperte anche alla cittadinanza e per il sostegno e la cura delle donne e dei minori vittime di maltrattamento o abuso. Il Centro Antiviolenza Irene è una risorsa fondamentale per il nostro territorio e per tutta la Provincia, e invito chiunque si trovasse in situazioni difficili a non rimanere in silenzio e chiedere aiuto".

"In un momento di particolare difficoltà finanziaria per tutte le amministrazioni comunali Italiane - fa eco al primo cittadino l'assessore Giorgi -, ritengo importante e fondamentale riuscire ad individuare risorse dedicate, sia perché il fenomeno della violenza è purtroppo in grande aumento, sia perché è indispensabile mantenere un servizio come il Centro Antiviolenza Irene e implementarlo con ulteriori attività e azioni. Mi unisco infine alle parole del Sindaco nell'esortare tutte le donne in difficoltà a rivolgersi al Centro Antiviolenza Irene e al nostro Comune, le cui porte sono sempre aperte".

Il centro Antiviolenza Irene si trova in Via Migliari 21 a La Spezia. Lo sportello è aperto dal lunedì al sabato mattina dalle 9.00 alle 11.00 e dal lunedì al venerdì pomeriggio dalle 15.00 alle17.00. Il numero verde attivo 24 ore su 24 è 800 14 43 88, collegato al numero di emergenza nazionale 1522. Il servizio è assolutamente gratuito e anonimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News