Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Giugno - ore 22.20

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La maggioranza a sorpresa fa un passo indietro: “No al gas”

Con un ordine del giorno dai banchi del centrodestra la richiesta al sindaco: “Parere negativo al progetto presentato da Enel”.

La lunga serata di Enel

La Spezia - Quello che, stanti le premesse e i primi accorati interventi dell’opposizione, pare essere il classico ordine del giorno che ti aspetti dalla minoranza, porta ben altre firme. Quelle di Fabio Cenerini, Umberto Costantini, Luigi De Luca, Giulio Guerri, Sauro Manucci, Patrizia Saccone, Lorenzo Viviani, ovvero tutti i capigruppo della maggioranza. Che cosa è scritto in quel dispositivo é molto chiaro e non lascia scampo ai dubbi. Ci pensa Cenerini a “sedare” gli animi non prima di sparare a zero contro il centrosinistra, reo di aver governato per cinquant’anni senza un sentimento ambientalista che invece pare essere emerso ultimamente. Il tutto però leggendo il documento che sconfessa un po’ quelle che sembravano essere le premesse e soprattutto appaiono come un appello al sindaco stesso. Un appello per dire che Enel deve dismettere la centrale a carbone: “S’impegna il sindaco - si legge - ad esprimere parere negativo al progetto presentato da Enel. Ad esprimere parere negativo nelle riunioni del gruppo istruttorio per il rinnovo dell’Aia in essere. A sollecitare formalmente Enel ad investire in tecnologie non inquinanti e a presentarsi nella deputata commissione consiliare al fine di esporre le decisioni della società e di chiarire le contraddizioni espresse tra gli atti presentati e le dichiarazioni fatte nel passato”.

Una serie di richieste che vanno in ben altra direzione rispetto a quanto in queste ultime settimane anche lo stesso sindaco Peracchini aveva detto a proposito della possibilità di assecondare Enel nel passaggio dal carbone al gas. Si richiede in fin dei conti, oltre al sopralluogo dei Ministri competenti, la dismissione in via definitiva dal territorio spezzino della produzione inquinante di Enel entro il 2021 in modo da addivenire alla bonifica delle aree e al loro riutilizzo con attività non inquinanti” e “ribadire al governo del Paese e quindi ad Enel la già più volte espressa volontà di dismettere la centrale a carbone e relativi gruppi tecnologici”. Cenerini dice no al gas e conferma che la maggioranza voterà questo documento: “Nella parte finale delle richieste, divise in nove punti, i capigruppo chiedono anche una commissione per analizzare l’iter in essere del processo di bonifica da olio combustibile per l’uscita dalla direttiva Seveso di sito pericoloso. Il centrodestra insomma risponde alla mozione iniziale con un ordine del giorno in cui si chiede un voto da parte di tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News