Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Luglio - ore 23.16

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La famiglia Fregoso: "Mai Altaforte associata al nome dell'antifascista Sergio"

Contro la casa editrice vicina a Casapound scendono in campo gli eredi del fotografo a cui è intitolata la Mediateca regionale. Il nipote Pietro: "Scioccati e increduli, ci dissociamo da questa inziativa. Il fascismo è un'ideologia criminale".

la città che reagisce

La Spezia - La toppa è peggio del buco. La decisione di dare accoglienza alla casa editrice Altaforte alla Mediateca Regionale non placa la polemica politica. Anzi, apre un fronte ulteriore di scontro. Questa volta è la famiglia di Sergio Fregoso a farsi avanti per chiedere di non dare ospitalità alla casa editrice legata al partito di estrema destra Casapound. Al fotografo, scomparso nei primi anni Duemila, è infatti dedicato il centro documentale del Quartiere Umbertino, quartiere in cui era nato e aveva vissuto. Fregoso in vita fu intellettuale dichiaratamente antifascista, per di più eletto consigliere comunale del Pci come indipendente "e nel 1993, in occasione della prima elezione diretta del Sindaco, fu una delle personalità della società civile proposte come candidato della sinistra", ricordava Giorgio Pagano sulle pagine di questo giornale nel 2013 (qui per rileggerlo).

Non stupisce dunque che nel pomeriggio si faccia avanti Pietro Igor Fontani tramite la pagina Facebook di Città della Spezia. "Io sono uno dei nipoti di Sergio Fregoso. Tutti noi in famiglia siamo rimasti scioccati e increduli da questa notizia, ci dissociamo da tale iniziativa e chiediamo che questa presentazione non avvenga in un luogo a lui dedicato, visti i suoi ideali antifascisti e impegno sociale dimostrato in una vita dedicata alla città da lui tanto amata - scrive - A coloro che hanno avuto questa idea e a chi difenda il 'diritto di manifestare il proprio pensiero', ricordo che il fascismo è un’ideologia criminale, disumana e contro la legge". Sotto il post tra gli altri si riconosce il like di Sara Fregoso, figlia di Sergio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News