Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 24 Agosto - ore 10.33

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La Spezia popolare e la grotta della Madonna di Rebocco: "Non abbandoniamo nostro patrimonio"

La Spezia popolare e la grotta della Madonna di Rebocco: `Non abbandoniamo nostro patrimonio`

La Spezia - La Spezia Popolare prende a cuore le sorti della grotta della Madonna di Rebocco. Il candidato Marco Tarabugi ed il consigliere regionale Andrea Costa sottolineano come la grotta vanti una storia degna di essere raccontata e preservata. Scoperta casualmente nel 1912 durante i lavori di avanzamento all'interno di una cava di pietra, che si trovava in zona, nel 1929 ottenne la tutela da parte della Soprintendenza ai monumenti e venne dichiarata luogo di notevole interesse pubblico dal Ministero dell'educazione nazionale.
La grotta prende il nome da una gigantesca stalagmite di oltre 5 metri di altezza che sorge al centro della cavità. I suoi dolci contorni rimandano infatti all’immagine della Madonna con il Bambin Gesù.  A dominare tutto lo scenario, un grande "organo" stalattitico sospeso a 10 metri da terra. La parte più bassa della caverna e' occupata da un profondo lago che venne parzialmente esplorato alcuni anni fa da un sommozzatore spezzino. 
L'ingresso attuale non corrisponde, tuttavia, a quello primitivo, che fu aperto nel 1912, in quanto, per facilitarne la valorizzazione turistica, venne scavata una nuova galleria di ingresso, al termine della quale, attraverso una scala in ferro, si poteva accedere alla
grande sala.
Addirittura, negli anni 50', i bambini delle scuole elementari vi venivano accompagnati in gita e si ricorda una grande richiesta di visite che obbligava, all’epoca, a prenotazioni con largo anticipo. Nel 1973, la grotta venne chiusa per problemi di sicurezza e da allora non è stata più riaperta. 

"Purtroppo, attualmente, è' in stato di abbandono - spiegano Costa e Tarabugi - La Spezia Popolare si impegna a valorizzare l’immenso patrimonio storico, culturale, architettonico e naturale che la nostra città possiede. Non dobbiamo abbandonare e trascurare quello che il nostro territorio ci offre; al contrario, dobbiamo 'sfruttarlo' come risorsa turistica per ridare alla Spezia la dignità e il ruolo che essa merita da sempre".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure