Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Febbraio - ore 22.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

L'opposizione replica in dialetto: “Noi fischi per fiaschi? Voi belin per rapi d’uva”

Caustiche le minoranze: "Avevamo capito benissimo, Peracchini invece di guardare al problema lavoro, si accontenta di valutare chi di noi frequenta gli eventi culturali cittadini, affermando mezze verità sull'impegno in consiglio comunale".

"Finitila di dare la colpa a quelli di prima"
L'opposizione replica in dialetto: “Noi fischi per fiaschi? Voi belin per rapi d’uva”

La Spezia - “Dopo che abbiamo sottolineato il drastico calo della nostra provincia e della nostra città secondo le rilevazioni annuali di Italia Oggi è arrivata la pronta replica dei colleghi Capigruppo della maggioranza che asseriscono che abbiamo preso fischi per fiaschi: a loro dire l’indagine di Italia Oggi si riferirebbe al 2017 e non all’anno in corso, vale a dire il 2018". La replica della minoranza consiliare non si fa attendere e così i capigruppo Guido Melley (LeAli a Spezia), Federica Pecunia (Pd), Paolo Manfredini (Psi), Massimo Lombardi (Spezia bene comune), Luigi Liguori (Spezia bella, forte, unita) e Lorenzo Forcieri (AvantInsieme), attaccano: "Contravvenendo per una volta allo stile istituzionale che ci contraddistingue- continuano i capigruppo- ci viene da dire ai colleghi in dialetto spezzino che questa volta sono loro ad aver scambiato "belin per rapi d’uva". Cari esponenti della maggioranza prima di dar fiato alle trombe documentatevi, leggete, approfondite (se ne siete capaci): lo studio che attesta il pesante declassamento della nostra provincia si riferisce proprio al 2018. Un anno durante il quale la città è rimasta ferma al palo, ha galleggiato senza una strategia di sviluppo e senza politiche attive robuste ed incisive su nessun versante".

Continuano i capigruppo: "Qualunque cittadino non fazioso sa bene che i servizi sanitari languono, che il progetto del nuovo ospedale è fermo, che la rete dei servizi sociali comunali non ha subito alcun cambiamento, che la scuola di base come anche il polo universitario stanno vivendo una fase di stasi e di mancanza di progettualità. Chiunque vede che sui temi della sicurezza non è sufficiente la ricetta di più vigili e telecamere, ma occorre lavorare sul territorio, nei quartieri, con le associazioni e le realtà no profit (anche quelle non allineate politicamente) per far rivivere le strade e le piazze. Tutti vedono che le questioni ambientali non sono prioritarie nell’agenda di governo, basti pensare alla scarsa attenzione al tema delle rilevazioni dell’aria in città ed al nodo ancora irrisolto delle bonifiche in seno alle aree militari.”

“In città - concludono Melley, Pecunia, Manfredini, Liguori, Lombardi e Forcieri - si avverte a tutti i livelli che lo sviluppo economico ed occupazionale non può passare dai laboratori avviati a palazzo civico, ma deve essere sostenuto da iniziative forti sul rilancio dell’industria (a partire dal polo della difesa), del commercio e dei servizi. Tutti elementi che sono purtroppo drasticamente peggiorati dal 2017 ad oggi come attesta il periodico e che la maggioranza non può sempre e comunque addebitare a “quelli di prima”. Speriamo davvero che la città possa recuperare slancio con un sindaco che funga da guida autorevole del cambiamento, invece di dover constatare amaramente che Peracchini si accontenta di valutare chi di noi frequenta gli eventi culturali cittadini, affermando mezze verità sul nostro faticoso impegno in consiglio comunale e nella vita di tutti i giorni".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News