Città della Spezia Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Febbraio - ore 15.25

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

L'antifascismo in piazza: "Le istituzioni vigilino su certi fenomeni" | Foto

Raccolte le firme per non concedere spazi pubblici a manifestazioni di organizzazioni di ispirazione fascista. La Cgil va oltre e chiede lo scioglimento di CasaPound e Forza Nuova.

"Mai più fascismi"
L'antifascismo in piazza: "Le istituzioni vigilino su certi fenomeni"

La Spezia - Si sono dati appuntamento in Piazza del Bastione per ribadire la loro contrarietà a ogni forma di fascismo. Le associazioni, le parti sociali e i partiti che organizzano la campagna "Mai più fascismi", lanciata all'inizio dell'anno, hanno richiamato in piazza iscritti, sostenitori e simpatizzanti anche alla luce di quanto è accaduto a Macerata nei giorni scorsi.

"Stiamo assistendo a una escalation di rigurgiti fascisti, sui social network e nella vita reale. Dalle nostre parti abbiamo dovuto annotare gli imbrattamenti con le svastiche sulle sedi di Cgil e Pd, mentre altrove gli atti di violenza hanno raggiunto livelli ancora più preoccupanti. Per questo - spiega Paolo Pucci, presidente provinciale dell'Anpi - si rende necessaria un'azione più forte, anche nella nostra città che ha certamente un passato antifascista. Bisogna tornare nelle piazze per restare in contatto con i cittadini e con le nuove generazioni, per far capire che il fascismo non è solo quello del ventennio ma anche quelle forme camuffate che stanno alzando la testa oggi, stravolgendo i valori della nostra Costituzione. Conoscere serve per evitare la diffusione di queste forme mascherate. Il nostro Paese non ha mai fatto davvero i conti con il fascismo, per questo assistiamo a questo fenomeno".

Poco più in là c'è il gazebo per la sottoscrizione della petizione che chiede alle istituzioni di fermare le manifestazioni organizzate da gruppi che si richiamano al fascismo.
"Le leggi Scelba e Mancino non sono sufficienti: le istituzioni devono vigilare e porre l'attenzione necessaria a questi fenomeni. Abbiamo fatto il tentativo di non concedere spazi pubblici a chi si richiama a certi valori anche alla Spezia, con una mozione in consiglio comunale, ma non ha avuto buon esito - ricorda Pucci -. Tuttavia non dispero: abbiamo invitato il sindaco a proporre lui una mozione in questo senso, visto che non è stata accettata per come è stata proposta dalla minoranza. Aspettiamo di vedere cosa farà e se sarà necessario torneremo a sollecitarlo".

Al divieto di manifestare richiesto attraverso la petizione, la segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso, ha aggiunto nei giorni scorsi la richiesta di scioglimento di Forza Nuova e CasaPound.
"Non solo per i chiari riferimenti che queste due formazioni politiche fanno al fascismo, ma, nel caso di Forza Nuova, anche per la solidarietà espressa nei confronti di Traini, autore di un gesto inqualificabile. Non servono leggi nuove - afferma Lara Ghiglione, segretaria della Cgil spezzina - basterebbe rispettare quello che prevede la Costituzione: sono fin troppo evidenti le loro ispirazioni ideologiche e valoriali. Inoltre Forza Nuova non si è solo detta solidale con Traini, ma si è anche offerta di sostenere le spese legali: così passa il concetto di giustizia fai da te. Una giustizia del tutto distorta, peraltro, visto che le persone contro le quali ha sparato nulla hanno a che vedere con l'omicidio della ragazza: ha aperto il fuoco solo per il loro colore della pelle. E' pura follia. E un partito che si comporta così in questa vicenda è in netto contrasto con la nostra Carta. Non dovrebbe in alcun modo potersi presentare alle elezioni".

Tra gli organizzatori dell'iniziativa figurano: Anpi, Aned, Acli, Anppia, Libera, l'Arci, Associazione per il rinnovamento della sinistra, Articolo 21, Comitati Dossetti per la Costituzione, Coordinamento democrazia costituzionale, Fiap, Fivl, Istituto Cervi, Libera, Libertà e Giustizia, Uisp, i sindacati, Cgil, Cisl e Uil, e i partiti L'altra Europa con Tsipras, Liberi e uguali, Partito comunista italiano, Partito democratico e Rifondazione comunista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Matteo Salvini ha proposto la reintroduzione della leva obbligatoria per i giovani maschi. Tu che ne pensi?
































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News