Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Febbraio - ore 22.40

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

L'Europa a caccia di giovani elettori riparte dalla Mediateca regionale

Incontro organizzato dal network Antenna Europe Direct della Provincia e dalla delegata del parlamento europeo.

strategie contro l'astensionismo debole
L'Europa a caccia di giovani elettori riparte dalla Mediateca regionale

La Spezia - Platea piena, fascia d'età che non arriva ai 25 anni. Decine di studenti alla scoperta del ruolo dell'Unione europea e dei suoi compiti. Si parte però da un dato, basso, bassissimo. Solo il 57.2 per cento degli aventi diritto ha espresso la sua preferenze all'ultima tornata elettorale con la quale sono direttamente i cittadini a eleggerne i membri.
Quanto sanno i ragazzi di oggi di tutto questo? Poco oppure non abbastanza. Ed è a questo punto che i funzionari dell'Europarlamento e il network della Provincia della Spezia con Antenna Europe Direct entrano in gioco con una giornata di approfondimento alla Mediateca regionale di Via Firenze alla Spezia. Questa mattina nell'ambito delle iniziative "Caffè Europa nelle Scuole, il centro provinciale, in collaborazione con l'Ufficio del Parlamento europeo a Milano e l'Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria, ha proposto agli studenti delle classi quinte delle scuole secondarie di secondo grado della provincia l'evento "Costruiamo l'Europa del Futuro".

Tra i relatori erano presenti, per la Provincia Loris Figoli, Barbara Forni funzionaria dell'Ufficio del Parlamento europeo a Milano e i parlamentari europei della circoscrizione Nord ovest Tiziana Beghin e Brando Benifei.

"L'Europa - ha spiegato Loris Figoli - è tutt'altro che lontana. Tra le cose che abbiamo spiegato ai ragazzi qui in mediateca, ad esempio, è che si tratta di una struttura finanziata proprio con fondi europei e che sono tantissimi gli interventi in tutti gli ambiti della nostra vita che passano per Strasburgo. La misura della vongola, del pomodoro e l'ora legare sono piccolezze di un mondo ampio che sempre di più deve essere evidenziato per il valore aggiunto che può dare al territorio e non per quelle regole che sono da studiare, approfondire. Il richiamo al voto è un monito al diritto di scegliere e un dovere, una possibilità da non negarsi. Per la mia generazione l'Europa era il massimo, la generazione di oggi sentendo solo quelli che sono i difetti abbia bisogno di spiegazioni con il linguaggio adeguato".

"Come Provincia - ha proseguito Figoli - con i progetti europei e Antenna Europe Direct ha sempre fatto da megafono ed è sopravvissuta sul territorio proprio perchè era portatore del contatto con l'Europa nello spiegarlo attraverso Caffè Europa, ai comuni e alla gente. Ora che la Provincia sta cominciando con fatica ad essere se stessa con un ruolo concreto nei confronti della popolazione, viene ancora di più evidenziato il proprio dovere nello spiegare ai più giovani i grandi temi legati all'Europa".

"Il parlamento europeo prende contatto con le scuole - ha spiegato Barbara Forni funzionaria dell'Ufficio del Parlamento europeo a Milano - perché l'ufficio lo fa in tutte le circoscrizioni. In questo periodo è in atto una campagna di sensibilizzazione al voto per le elezioni europee al 26 maggio. Una necessità che nasce dal fatto che nel 2014 c'è stata un'affluenza bassa del 57.2 per cento degli aventi diritto al voto, con un calo rispetto al 2009 del 7 punti percentuali".

"Diventa fondamentale, a questo punto - ha proseguito Forni - puntare sui giovani e su coloro i quali dalle nostre analisi sono stati definiti 'astensionisti deboli'. Persone che non sono ideologicamente contrarie all'Unione europea e al suo progetto ma che per vari motivi, tecnici e logistici, alle ultime elezioni non si sono recate al voto. Tra questi i giovani nella fascia 18-24, un target al quale puntiamo.

Buona l'accoglienza da parte degli studenti spezzini. "Si sono mostrati molto attenti - ha concluso Forni - . Ho spiegato loro l'importanza di questa campagna basata sull'approccio bottom upquindi si parte dalla base per creare una comunità di sostenitori che possono diventare attivisti e volontari. Questo attraverso anche una piattaforma social".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News