Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Maggio - ore 14.04

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

L'Arci: "Buffo invocare l'articolo 21 per chi non lo avrebbe mai scritto"

La Spezia - "Gentile sig Sindaco, lei ci ha presi alla lettera, la sua posizione è davvero parodossale!
Lei nvoca l'articolo 21 della Costituzione per tutelare coloro che non lo avrebbero mai scritto e tace sul fatto che l'art 21 lo abbiamo e lo conserviamo proprio grazie a quell'antifascismo che è il male dell'Italia secondo Altaforte.
Si è forse dimenticato che Casapound non rientra nel perimetro costituzionale? Che non è una minoranza da tutelare perché il fascismo, di qualunque millennio sia, non è costituzionale ?
Il paradosso che lei ha scelto di adottare, perché questa volta la scelta è senz'altro la sua, è quello sbagliato.
La sua decisione non tutela la Democrazia perché concede spazi pubblici a una forza intollerante e la colloca proprio in piazza Brin, nel luogo della città dove maggiormente è necessario praticare tolleranza, cioè politiche di integrazione e di rispetto della diversità, negate da quella formazione.
Spostare l'iniziativa di Casa Pound dalla Biblioteca Beghi alla Mediateca Sergio Fregoso, sposta il problema e non risolve la questione, anzi così agendo lei si porta in casa un altro problema, come educatamente le ha fatto notare il nipote di Sergio Fregoso, che ad Arci -come noto- è particolarmente caro.
È difficile Sig. Sindaco trovare spazio per una formazione fascista in una città che è tutta segnata dall'antifascismo.
Il rispetto che Lei dice di portare verso l'Istituto storico della Resistenza è per le pietre che lo contengono ? E che ne facciamo delle persone che a costo della vita ci hanno consentito di vivere in un Paese democratico? E di quelle che con la loro vita e il loro impegno ne hanno preservato la natura ?
Che ne facciamo della lezione di Pietro Beghi, dell'esempio di Sergio Fregoso ?
Infine, con franchezza, ci saremmo aspettati un po' di coerenza, il 24 aprile era solo ieri.
E invece ecco un pasticcio.
Un pasticcio che lascerà il segno perché è la prima volta che questa città compie un atto contro le donne e gli uomini che hanno fatto la Resistenza contro quelli che ne hanno tramandato la memoria e contro se stessa e contro tutti noi.
Un vero peccato, Sig. Sindaco, a voler essere educati".

Arci La Spezia

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News