Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 23 Aprile - ore 22.05

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Infrastrutture, Paita: "Proposta Ligura debole. E Rixi gioca contro Toninelli"

Infrastrutture, Paita: "Proposta Ligura debole. E Rixi gioca contro Toninelli"

La Spezia - "L'intera proposta della Regione Liguria in materia di infrastrutture autostradali, portuali e aeroportuali appare debole e propagandistica". Lo afferma la deputata ligure del Pd, capogruppo dem in commissione Trasporti, Raffaella Paita. "Per i porti in particolare, la proposta della Regione Liguria sembra un assurdo boomerang. Innanzitutto vorrei chiedere al
ministro Toninelli se sia compatibile la partecipazione al comitato scientifico, che si dovra' occupare della proposta regionale, sia del Presidente di Adsp Paolo Emilio Signorini che del consulente del governo in materia di portualita', il professor Francesco Parola. Dallo schema risulta evidente una singolare alleanza sotterranea tra il governo regionale con la parte leghista del Governo giallo verde. E' evidente che il viceministro Rixi vuole giocare una partita contro Toninelli. Veniamo al merito che e' oggetto di una interrogazione parlamentare. Cio' che propone la giunta Toti e' pericoloso proprio nel momento in cui stiamo cercando di difendere, contro la tesi dell'Europa, il particolare status delle nostre autorita' di sistema portuale, al fine di evitare la tassazione dei canoni demaniali. Dicendo infatti che il demanio deve diventare regionale e prevedere la trasformazione in SPA si creano le condizioni per il migliore assist alle tesi europee. Peraltro non si comprende la ratio di passare il demanio dallo Stato alla Regione, semmai sarebbe stato piu' comprensibile il passaggio direttamente alle Adsp".

Continua Paita: "In ogni caso proprio mentre assistiamo alla azione della Cina che portando avanti un disegno egemonico, la risposta italiana sarebbe il ritorno alle repubbliche marinare?
Occorre semmai rafforzare la visione nazionale della portualita' e una programmazione piu' integrata in una visione globale. Lo stesso ragionamento vale per il tema della natura giuridica delle Adsp, perche' i problemi legati alle lentezze burocratiche non si risolverebbero con il passaggio a SPA. Oggi in italia le SPA pubbliche sono sottoposte alle stesse procedure degli enti pubblici. A meno che non si voglia replicare il modello del consorzio autonomo del porto di Genova che lascio' enormi perdite. Andrebbe invece recuperato lo spirito originario di enti speciali previsti dalla legge 84 /94 rimuovendo i vincoli pubblicistici dell'inserimento nell'elenco Istat. Occorre continuare con la semplificazione delle procedure e con lo sportello unico. La strada della Regione Liguria rischia realmente di minare il sistema nazionale", conclude la dem.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News