Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 20 Settembre - ore 21.16

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il manifesto anti-Paita infiamma il dibattito. Il Pd: "E' vergognoso". Da Leu condanne e acqua sul fuoco

"Gesto grave e vigliacco"
Il manifesto anti-Paita infiamma il dibattito. Il Pd: "E' vergognoso". Da Leu condanne e acqua sul fuoco

La Spezia - Dalle prime ore della mattina nei conciliaboli politici, nella chat di partito e sugli immancabili social network si fa un gran parlare del manifesta elettorale appeso da Liberi e uguali in cui si invita a non votare il Pd per non dare a Raffaella Paita il ruolo di parlamentare. Un colpo basso che ha immediatamente scaldato gli animi all'interno del centrosinistra e della sinistra, e che ha fatto fiorire non pochi sorrisi nel mondo del centrodestra.

Il Pd spezzino si è immediatamente messo in moto, prendendo anche in considerazione la possibilità di presentare formale protesta presso la prefettura. "Di fronte al vergognoso manifesto, firmato Leu, che invita a non votare Pd per non eleggere parlamentare Lella Paita, esprimiamo indignazione e amarezza. Si tratta di un gesto grave, vigliacco, che serve solo ad avvelenare il clima di una campagna elettorale durante la quale, molte volte di fronte ad episodi di violenza sia verbale che fisica, le forze democratiche in campo si sono appellate al rispetto dei valori della nostra Costituzione. Il manifesto contro Lella Paita, abusivo in quanto non riporta neanche l'indicazione del committente responsabile, invita a votare Leu. Crediamo si tratti di un'iniziativa grave e di cattivo gusto. In queste ore - affermano i segretari provinciali di tutta la Liguria e quelli dei circoli spezzini -, abbiamo ricevuto molti messaggi e telefonate di esponenti di Leu che si dissociano da questo imbarbarimento della competizione politica. E molti autorevoli rappresentati di questo partito hanno anche criticato pubblicamente su Facebook il manifesto. Come Partito democratico abbiamo grande fiducia nel nostro popolo e sappiamo che i cittadini sono ben consci che solo votando PD sarà possibile arginare davvero Salvini, la destra e tutti gli estremisti.
A Raffaella Paita e a tutti i candidati, a cui sono stati rivolti gesti non rispettosi del confronto democratico (dagli insulti ai manifesti strappati), esprimiamo piena solidarietà. Siamo certi che il buon senso degli elettori saprà premiare chi si batte per il lavoro e i diritti, isolando chi è mosso solo da rancori personali".
A firmare l'intervento sono: Vito Vattuone, segretario Pd Liguria, Federica Pecunia, segretaria Pd La Spezia, Gianmarco Franchi, segretario Gd La Spezia, Alberto Pandolfo, segretario Pd Genova, Alessio Chiappe, segretario Pd Tigullio, Pietro Mannoni, segretario Pd Imperia, Giacomo Vigliercio, segretario Pd Savona, e i segretari dei circoli spezzini al completo (Imberciadori Marco, Stamegna Marco, Rondini Francesco, Landi Andrea, Nobili Dina, Chiocca Enrico, Benifei Isabella, De Luca Gianluca, Pannone Massimo, Volpi Stefano, Santini Marco, Cerretti Tiziano, Raffaelli Marco, Angelinelli Ruggero, Lanaro Paolo, Montefiori Jacopo, Carlo Canese, Monfroni Fabio, Bongiovanni Giuseppe, Nardi Massimiliano, Genovesi Sandro, Bardi Paolo,Pomo Roberto, Andreani Tarcisio, Regoli Simone, Casavecchia Viola, Resasco Vincenzo, Musa Carlo, Ratto Mauro, Leto Giosuè, Torre Mario, Raschi Umberto, Mattioni Nicola, Freggia Marcello, Vanacore Michela, Lorenzini Damiano, Naldini Giampiero, Nardini Massimo, Attilieni Alessandro, Donati Andrea, Casabianca Giorgio, Michi Barbara, Meconi Antonio, Crivelli Enrico, Caleca Francesco, Galasso Rosanna, Ribaditi Luca, Cappiello Giacomo, Traversoni Andreina, Molinari Sabina, Sivori Simone, Perioli Stefano, Quaranta Igor).

Immediata la solidarietà dell'altro candidato Juri Michelucci, che commenta: "Che i toni di questa campagna elettorale fossero pessimi, purtroppo, lo avevamo capito ma che si arrivasse a toccare così il fondo sinceramente non lo pensavo. Il manifesto contro Paita architettato da LeU è l’esempio di quanto l’abbruttimento della politica possa condurre in basso. Cara Lella, non ti curar di loro. Prosegui nel tuo impegno quotidiano come hai fatto anche oggi, comunicando la bella notizia del finanziamento per la Via dell’Amore. I cittadini sanno quanta determinazione metti a disposizione della tua comunità. Noi la politica la intendiamo così. Come un servizio e un impegno, come lo strumento per costruire e non come un’arma per distruggere. Certo dispiace vedere che proprio coloro che si ergono a paladini della sinistra, persone con le quali abbiamo condiviso un pezzo di strada, arrivino ad un simile gesto. Non so trovare una motivazione che possa giustificarli. Questa volta la parte giusta è un’altra e credo che anche i numerosi messaggi di solidarietà giunti in queste ore ne siano una testimonianza. Andiamo avanti. Abbiamo tutti, qualora ancora servisse, una ragione in più per sostenere e votare il Partito democratico".
Nel suo commento su Facebook l'ex consigliere Riccardo Venturini si è tolto qualche sassolino nei confronti di ex colleghi di partito: "'A Sinistra c'è un prateria. Porteremo la gente delusa dal PD a votare nuovamente!' Queste le parole di un compagno uscito dal PD per aderire a LeU. Non mi ha mai convinto questa tesi, ma mi sono sempre augurato che fosse vera; mi auguravo che se alcune persone non si sentivano più rappresentate, a torto o a ragione, dal PD, potessero trovare una nuova casa. Ahimè avevo ragione, l'operazione politica di LeU oggi si palesa. Non è una questione politica, è una questione personale. Ed emerge in tutta la sua volgarità. Attaccando una nostra candidata! Niente politica, niente contenuti. Solo propaganda becera! Noi però continuiamo a parlare al Paese del Paese!".
Al coro delle condanne si aggiunge anche Michele Fiore, membro di Liberi e uguali: "Il contenuto sarà anche veritiero ma il manifesto è di cattivo gusto. Sono sincero. Sono stato, al tempo, parecchio demonizzato (erano le Primarie 2012 per il mio Comune) da un volantino fatto circolare da "vecchi compagni" (alleati con i nemici di un tempo in una sorta di "compromesso storico" 2.0) che andava parecchio sul personale (nessuno lo condannò allora, ed era una competizione interna. Ma tant'è.) Attaccare il contenitore anziché il contenuto ("argumentum ad hominem" lo chiamano) non è mai la soluzione. Errori ne abbiamo fatti tanti, tanti ne faremo ancora. Basta ammetterselo. Come ammettersi che la campagna elettorale assai spesso è dura e quella che si sta (per fortuna) concludendo è stata brutta, sporca, cattiva. Usiamo bene questi ultimi giorni evitando la polemica personale e continuando a parlar di accoglienza e immigrazione, lavoro, scuola, ricerca e università, ambiente, Europa, progressività fiscale, partecipazione... come abbiamo fatto fino ad oggi nelle decine di iniziative che abbiamo fatto in tutta la provincia".

Tende a ridimensionare l'accaduto un'altra anima di Leu, Federica Paganelli, sempre attraverso il suo profilo Facebook: "Ahimé, LeU parla di contenuti dall'inizio, mentre il PD dice "Chi vota Grasso vota Salvini".... una svista permettiamola anche a LeU... dopo quanto i suoi militanti hanno subito più dal PD che da altri. Poi che sia una stupidata concordo. Ma lasciamola nella categoria che merita. Quella delle stupidate. E non mettiamola sul tragico, come ho letto qua e là. E quasi comica. O, se volete, ridicola".

Di tutt'altra opinione Maurizio Viaggi e Roberto Vucas, segretario e presidente del Psi ligure, che con la lista Insieme fa parte della coalizione di centrosinistra alle elezioni di domenica 4 marzo. "Sugli spazi elettorali in un manifesto leggiamo di una richiesta di voto alquanto anomala. Per non mandare in parlamento “quella” vota noi. Chi ama e rispetta la buona politica, noi socialisti siamo rimasti tra questi, dedicano il proprio impegno a sostegno di valori e ideali, a difesa del lavoro, dell’ambiente, della sanità o della scuola pubblica. Attacchi personali per antipatie locali no. Alla candidata citata su quel manifesto esprimiamo solidarietà per l’aggressione che non ha nulla della cultura democratica della sinistra italiana.
I Socialisti a queste elezioni si presentano con il proprio simbolo nella lista Insieme, lista autonoma di riferimento socialista, ambientalista e ulivista, nella coalizione di centrosinistra alleati anche con il PD, lealmente alternativi e concorrenti nel cercare consenso. Lo facciamo con le nostre diversità, con la nostra storia, per i valori di solidarietà che rappresentiamo. Siamo ricchi di argomenti da non dover ricorrere a bassezze elettoralistiche, atteggiamenti che recentemente hanno regalato alla destra la Regione Liguria, i comuni di Genova, Savona e La Spezia a danno dei cittadini. Noi socialisti, la lista Insieme, ci presentiamo agli elettori con ottime candidate, le nostre capoliste alla camera sono Elisa Gambardella, giovane laureata rappresentante dei giovani socialisti a Bruxelles nel Partito del Socialismo europeo, Marina Lombardi sindaco di Stella città natale di un grande socialista, di un grande italiano Sandro Pertini. Nella provincia spezzina la nostra candidata di riferimento è Barbara Moretti vicesindaco di Luni e al senato Chicca De Cecco. Con le nostre candidate, con i nostri programmi chiediamo il voto agli elettori sapendo di avere le carte in regola per chiedere consenso e portare una compagna ligure in parlamento".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News