Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 21 Ottobre - ore 00.22

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il lancio del sacchetto, come differenziare l'inciviltà

Episodio incivile stamattina in Via Chiodo, l'ultimo di una lunga serie. E mentre Guerri continua a prendere le firme per l'installazione di cassonetti rionali, Carro plaude alle postazioni mobili decise da Acam per “accompagnare” il porta a porta.

Il lancio del sacchetto, come differenziare l´inciviltà

La Spezia - Differenziata sì, differenziata no. A snocciolarla come uno slogan il dibattito sulla ztl di Lerici dove il merito prende il posto del metodo e le cose semplici, seppur da organizzare, si complicano nell'indifferenza di chi amministra ma anche nella mancata civiltà degli abitanti. Ciò che altrove non costituisce nemmeno più argomento di discussione, in questa provincia diventa tema dell'estate, segno che siamo indietro sulla consapevolezza stessa di essere parte del problema. Differenziata, dicevamo e una questione che non si risolve perché c'è una parte, quella della partecipazione reale e completa della cittadinanza, che ancora non è decollata. D'altro canto le parole di un'operatrice, angustiata non soltanto dai ritmi di lavoro ma anche dall'inefficacia della situazione, sottolineano che forse è la macchina organizzativa che non regge certi carichi: "Potete chiedere di ritornare al vecchio sistema? Il centro storico è troppo grosso e noi non ce la facciamo con questi ritmi". Questa mattina si è perfino raggiunto l'apice dell'inciviltà con il lancio del sacchetto della spazzatura direttamente da un'auto in movimento: non alle Pianazze o in altre periferie cittadine ma nella centralissima Via Chiodo.

E in tutto questo la politica si muove, fra difensori e accusatori. La scorsa settimana fu la consigliera Maria Grazia Frijia a puntare il dito sulla differenziata e sulle scelte dell'amministrazione di Piazza Europa, ora è il collega d'opposizione Giulio Guerri che continua a raccogliere firme e lo farà anche domattina in Corso Cavour (a partire dalle 9) con richiesta di installare dei cassonetti rionali sul modello di città come Verona. E il presidente della commissione ambiente Paolo Carro, consigliere comunale in quota Pd, cosa pensa? “La raccolta differenziata è un segno di civiltà su cui è inutile stare a discutere e il porta a porta è universalmente riconosciuto il metodo che dà i risultati migliori. Sono però convinto che tale sistema di raccolta dei rifiuti, in particolare in un contesto territoriale come il nostro, possa presentare alcune criticità che è doveroso considerare, valutare e possibilmente risolvere. Cosa fare? Sistemi di raccolta più personalizzati e funzionali, con punti di raccolta mobili, per consentire a chi per esempio ha orari di lavoro particolari di conferire correttamente il rifiuto. Bene l’iniziativa del Comune e di Acam di attivare postazioni mobili per “accompagnare” il porta a porta, iniziativa per altro già sollecitata dal sottoscritto nel corso di una seduta della commissione". Carro rilancia poi due proposte: "L’installazione di punti di sorveglianza in prossimità dei cassonetti, con telecamere mobili che, nel rispetto delle normative sulla privacy, permettano di sanzionare le condotte incivili di quei pochi che inficiano l’impegno ed il buon lavoro della stragrande maggioranza dei cittadini ed inoltre l’istituzione di un servizio di ricicleria ambulante allo scopo di agevolare il recupero di materiali particolari quali piccoli elettrodomestici, pile, oli vegetali, lampadine a basso consumo, contenitori spray, cartucce toner o imballaggi di piccole dimensioni, con l’utilizzo di un mezzo ad hoc che potrebbe sostarsi e posizionarsi per esempio nei pressi dei mercati settimanali del martedì a Mazzetta e del Venerdì in Piazza Garibaldi. In ultimo ma, altrettanto importante, onde evitare che l’eliminazione dei cassonetti stradali incentivi comportamenti incivili ancora molto diffusi, occorre che sull’intero territorio cittadino siano installati piccoli contenitori per la raccolta delle deiezioni canine ma anche delle lattine, bottiglie,cartacce, mozziconi etc.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure