Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 11 Dicembre - ore 17.17

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Guerri e Caratozzolo riportano in consiglio la questione Enel

La mozione sarà discussa domani sera: "Centrale venga dismessa prima possibile"

Guerri e Caratozzolo riportano in consiglio la questione Enel

La Spezia - Parlando di Enel, "l’unica vera cosa che interessa alla comunità spezzina e l’unico vero modo di rappresentare e soddisfare idoneamente i suoi reali diritti e bisogni sta nell’impegno a fare si che la centrale venga dismessa il prima possibile e che da subito, non essendo ammissibile che la necessaria tutela della salute delle persone sia rinviata al momento dell’eventuale chiusura della centrale siano assunti provvedimenti per contrastare l’utilizzo del carbone (che, prima ancora che essere un combustibile formalmente autorizzato dal Ministero, è una sostanza nociva all’ambiente e dannosa alla permanenza in vita delle persone)".

Si apre così la mozione consiliare firmata dal consigliere Massimo Baldino Caratozzolo (gruppo Per la Nostra Città con Giulio Guerri), che figura fra gli atti che saranno discussi nel prossimo Consiglio Comunale, lunedì 25 giugno alle ore 20.45. "Un'altra cosa che i cittadini ben sanno - continua Caratozzolo - è che al momento non è dato di pensare a nessuna ipotesi di riutilizzo dell’area ENEL in caso di dismissione della centrale, perché prima di tutto l’area dovrà essere caratterizzata nelle modalità più avanzate sul piano tecnologico e delle garanzie ambientali e quindi bonificata: tutto questo dovrà essere fatto in modo da ottenere il totale risanamento dell’area e con costi a carico del soggetto inquinante-necessità tanto più inderogabile considerato che il sito è venuto a trovarsi al centro della nuova urbanizzazione della città. Fatte queste considerazioni risulta chiaramente del tutto prematuro e fuori luogo parlare, oggi, di altro, perché il riutilizzo dell’area, previ lavori di dismissione, caratterizzazione e bonifica, andrà a collocarsi in una fase futura molto lontana, per cui non è compito né diritto della classe dirigente e politica di oggi prendere decisioni che competeranno a coloro che avranno tali responsabilità a tempo debito e potranno esercitarle tenendo conto dell’evoluzione del mercato , dell’economia, delle tecnologie e della visione prospettica della società.

Con queste premesse, il documento del gruppo Per la Nostra Città, chiede che il Consiglio Comunale impegni il sindaco e la giunta a rappresentare ad ENEL la volontà della città di arrivare al più presto alla chiusura della centrale, ad attivare da subito tutte le misure di tutela della salute dei cittadini a fronte della nocività del carbone, disponendo l’indagine epidemiologica e adeguando e rafforzando l’attività di monitoraggio, nonché adottando provvedimenti di salvaguardia sanitaria anche attraverso l’esercizio dei previsti poteri ordinatori, ad assumere come obbiettivi inderogabili nell’interesse della cittadinanza, la caratterizzazione dell’intera area e la programmazione degli interventi di bonifica adottando per entrambi le fasi operative le modalità e gli standard più avanzati. La mozione chiede inoltre di attivarsi presso il Ministero dello Sviluppo economico e Ambiente affinché l’area ENEL non abbia ad essere dichiarata “Infrastruttura strategica”, cosa che permetterebbe di bypassare l’ amministrazione locale come previsto dal decreto del Consiglio dei Ministri in data 10.08.2016 in materia di attuazione di procedure accelerate per impianti di questo tipo secondo l’Art. 35 della legge 11.11.2014 n. 164.

Per la nostra città

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Quanto spenderete per i regali di Natale?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News