Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 14 Agosto - ore 10.54

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Grandi manovre in vista delle Politiche, ma regna ancora l'incertezza

Grandi manovre in vista delle Politiche, ma regna ancora l'incertezza

La Spezia - Rimangono torbide le acque in cui si muovono gli aspiranti candidati alle elezioni politiche del 4 marzo. L'entrata in vigore di un sistema elettorale complesso come il Rosatellum bis scompagina le carte su un tavolo in cui l'ascesa del centrodestra a livello regionale aveva portato già molta confusione. Per l'elezione degli 8 senatori e dei 16 deputati nel territorio che si estende da Luni e Ventimiglia, infatti, bisogna applicare algoritmi che non si vedevano dal 2001, periodo d'oro del Cavaliere. Oggi, però, intorno al panno verde c'è anche il Movimento cinque stelle e la spartizione della posta in palio diventa ancora più articolata.

I grillini non hanno ancora reso noti i nomi dei candidati ammessi alle Parlamentarie: ognuno dei migliaia di curriculum deve essere vagliato a livello centrale, e si prevede un'attesa di una ulteriore settimana. A quel punto potranno iniziare le "campagne elettorali" dei singoli aspiranti candidati che si sfideranno nell'elezione online fissata entro la fine di gennaio.

Regna l'incertezza anche nel Pd, quanto meno a livello di strategie. Se pare chiaro che i nomi spezzini in lizza sono quelli di Andrea Orlando, Raffaella Paita e Massimo Caleo, al tempo stesso è ancora incerto lo schema che sarà schierato. Da Firenze si attendono le indicazioni del quartier generale del segretario Matteo Renzi, per dirimere una situazione ingarbugliata dalle legittime aspirazioni di un ministro uscente, una capogruppo regionale e leader della componente renziana a livello regionale e un senatore che spera nel secondo mandato. Quel che sembra certo è la necessità di correre tutti per un posto alla Camera, essendo quasi impossibile mandare uno spezzino al Senato.
Da un lato potrebbe prevalere l'indicazione dello stesso Renzi di candidare i big nei collegi uninominali di appartenenza, con Paita che spera di fare la capolista al proporzionale (e che in caso di elezione in parlamento lascerebbe lo scranno regionale al genovese Giovanni Boitano, primo dei non eletti). Caleo dovrebbe allora sperare in un miracolo, fenomeno che raramente accade in politica. L'alternativa potrebbe essere quella di una candidatura di Orlando nel collegio di qualche altra regione, lasciando spazio al senatore uscente nel collegio uninominale e sperando così di portare a Roma tre deputati.

Altri sono i conti che si stanno facendo nel centrodestra uscito rinsaldato dall'incontro di Arcore delle scorse ore.
Il turbinio dei nomi di prima fascia è infatti ben più fitto. Da Palazzo Ducale gli assessori dati per possibili candidati sono numerosi: dai leghisti Edoardo Rixi, Sonia Viale, all'esponente di Fratelli d'Italia Giovanni Berrino, agli azzurri Ilaria Cavo, Marco Scajola e Giacomo Giampedrone. L'ex sindaco di Ameglia punterebbe al collegio del Tigullio, lasciando libero il campo al lupiano Andrea Costa per la corsa verso il parlamento. Dal Tigullio un supporto arriverebbe anche per Stefania Pucciarelli, altra esponente del Carroccio. Le trattative e gli incastri sono ancora in alto mare, ma l'elezioni di due o più degli eletti nel listino di Giovanni Toti (tutti quelli nominati poc'anzi, eccezion fatta per Rixi e Scajola) avrà ripercussioni quasi certe anche sul Comune spezzino: Costa, Pucciarelli, Viale e Berrino hanno infatti mantenuto l'incarico di consiglieri e al loro posto si andrebbe a sgranare l'elenco dei non eletti nel listino. E qua, in ottima posizione, c'è l'attuale assessore comunale alla Cultura, Paolo Asti, che potrebbe dunque salpare verso Genova.

Ancora nessuna previsione all'interno di Liberi e uguali (che si riunisce in assemblea in queste ore) e di Potere al popolo, formazioni con pochi giorni di vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News