Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 29 Maggio - ore 21.19

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Fratelli d'Italia vuole chiarezza: "Vertici Asl5 vengano a riferire. Noi eletti, loro nominati"

Manucci e Frijia critiche sulle opposizioni: "Irresponsabile, non è il momento delle polemiche" ma ammettono: "A fine dell'emergenza aprire un dibattito in consiglio comunale sull’organizzazione sanitaria. Perdita tamponi non deve mai più accadere"

"basta attacchi politici"

La Spezia - “Siamo realmente preoccupati di fronte ai comportamenti messi in campo in questi giorni dalle varie forze politiche presenti sul nostro territorio. Ci sono mille problemi, tanti ereditati dalle precedenti gestioni amministrative, ma oggi non è il momento delle polemiche, oggi è il momento di agire e stare uniti per combattere un nemico invisibile ma
molto forte che si chiama coronavirus”. Così dichiarano i consiglieri comunali di Fratelli d’Italia Sauro Manucci e Maria Grazia Frijia che spiegano: "Diciamo questo perché assistere alle discussioni, alle critiche, alle lettere di sindaci, a partire da quelli di sinistra che hanno tenuto un comportamento realmente irresponsabile, fino ad arrivare ai quotidiani attacchi di alcune opposizioni con comunicati stampa dei più disparati che accusano il centro destra di comportamenti dei quali spesso i reali responsabili sono da individuarsi a Roma, è triste, ma vedere che si cavalcano le paure delle persone con il solo scopo di far passare questa amministrazione comunale, e ci riferiamo alla Spezia, come incapace non lo possiamo accettare”.

“Il nostro lavoro - continuano i due esponenti di FDI - è quello di stare vicino alle persone che si rivolgono a noi, per i piccoli e gravi problemi di questa emergenza, intervenire e monitorare ogni vicenda, a partire dalla scomparsa dei tamponi, cosa che non deve mai più accadere in Asl5, alla salute dei nostri concittadini, alle segnalazioni di problematiche varie su tutto il nostro territorio compresi la distribuzione dei dispositivi di protezione individuale. Se una cosa ci sta insegnando questa emergenza è che la salute è al primo posto delle priorità delle persone, e come tale deve essere tutelata al massimo. Siamo fermamente convinti che alla fine di questa emergenza non si potrà prescindere dal riaprire un dibattito sull’organizzazione sanitaria del nostro territorio: dall’ospedale nuovo al personale, dalla vicenda Oss all’assunzione di infermieri e medici, al riallineamento del numero dei posti letto, alla gestione dei servizi territoriali, e tanto altro ancora". “Su questi temi i massimi dirigenti di Asl 5, finita questa fase emergenziale, avranno il
dovere di dare risposte e venire a riferire anche al consiglio comunale (che potrà attivare tutti gli strumenti a disposizione) dialogando con consiglieri comunali che sono i rappresentati dei cittadini eletti con libere elezioni, mentre, lo vogliamo ricordare, loro sono nominati”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




VIDEOGALLERY






















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News