Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 15 Novembre - ore 22.50

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Forcieri: "Presidio patetico ma non è che il centrodestra non abbia colpe"

Il leader di Avantisieme propone una riorganizzazione della rete territoriale di assistenza che decongestioni gli ospedali: "Necessaria la figura dell'infermiere di famiglia e l'uso delle Case della Salute per i codici bianchi e verdi".

sanità, un problema cronico
Forcieri: "Presidio patetico ma non è che il centrodestra non abbia colpe"

La Spezia - "San Bartolomeo svuotato, Sant'Andrea che cade a pezzi e Felettino fermo uniscono centro destra e centro sinistra in una politica sanitaria fallimentare e contraria agli interessi e ai bisogni dei cittadini della nostra provincia: sono infatti il frutto di scelte sbagliate da parte della vecchia maggioranza di centro sinistra, proseguite dalla nuova di centro destra". A proposito di sanità, dopo il presidio di ieri e le risposte del sindaco Peracchini, per non sbagliare Lorenzo Forcieri, consigliere comunale e leader di AvantInsieme, se la prende con tutti: "Sbagliata nella strategia, con il progetto di realizzare a Spezia un DEA di secondo livello, senza tener conto che la legge lo impediva, sacrificando tutto a questo
obiettivo irraggiungibile; sbagliata l’idea di non sfruttare a pieno il San Bartolomeo, la struttura più moderna e recente esistente in provincia. Ma anche la fase transitoria è stata caratterizzata da scelte sbagliate, contraddittorie e controproducenti, che hanno aggravato i costi dovuti alla mobilità passiva dei cittadini spezzini, prevalentemente verso le strutture della Toscana; basti vedere gli effetti della chiusura del reparto di maternità a Sarzana, dettata più da revanscismi politici che da esigenze effettive".

Forcieri continua sparando a zero contro i suoi colleghi di minoranza: "Ora si inseguono appelli dall’una e dall’altra parte, patetici presidi ma, senza una seria analisi degli errori compiuti ed una forte capacità di cambiamento non potrà esserci alcun miglioramento nella sanità spezzina. È necessario che la nostra comunità recuperi il proprio orgoglio e, superando anacronistiche divisioni localistiche e politiche, apra una vertenza regionale su questi temi e verifichi la volontà e la capacità da parte dei manager Asl di riorganizzare la sanità spezzina secondo nuove direzioni. Innanzitutto definendo tempi certi e più ravvicinati possibile per l’ultimazione dei lavori e l’entrata in funzione del nuovo ospedale del Felettino. Necessario poi individuare una volta per tutte l’assetto definitivo della rete ospedaliera spezzina a regime, prevedendo strutture ospedaliere integrate e complementari tra loro ma anche decongestionare gli ospedali attraverso il potenziamento e la riorganizzazione della rete territoriale di assistenza: case della salute aperte per 12 ore al giorno, spostamento nelle Case della Salute di tutte le prestazioni diagnostiche (eccetto ovviamente quelle per i ricoverati e quelle di Alta Tecnologia) che altresì oggi gravano quasi esclusivamente sugli ospedali". Forcieri propone che la gestione delle emergenze differibili (codici bianchi e verdi) possa avvenire nelle Case della Salute e l'istituzione della figura dell’infermiere di famiglia. "Bisogna rivedere inoltre alcune scelte per la fase transitoria, ottimizzando ed utilizzando a pieno il San Bartolomeo, ad esempio attraverso la riapertura a Sarzana dell’Ostetricia e della Neonatologia, potenziamento del Pronto Soccorso, del Day- Hospital oncologico e della dialisi. Creazione a Sarzana di un Centro per la cura dei Tumori Mammari che comprenda tutto il percorso della donna (prevenzione, diagnosi, terapia), evitando doppioni e deviazioni" - conclude l'ex senatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News