Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Agosto - ore 13.26

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Forcieri: "Mi hanno cancellato dal Pd, non dal cuore di molti spezzini"

In Piazza Mentana per presentare i cinque punti del programma per i primi cento giorni da sindaco, l'ex presidente dell'Authority ha attaccato Pd, Manfredini e alleati. Vaira ha risposto a Orlando: "Noi da psicanalisi? Loro da ricovero coatto".

Forcieri: `Mi hanno cancellato dal Pd, non dal cuore di molti spezzini`

La Spezia - Cinque azioni per i primi cento giorni da sindaco. Sono quelle scelte all'interno del programma delle liste civiche che sostengono la candidatura di Lorenzo Forcieri, che ha presentato le priorità questa pomeriggio in Piazza Mentana.

Si parte dal territorio, con la revisione del Piano urbanistico comunale per un nuovo patto tra Marina militare e amministrazione per restituire alla città spazi per attività commerciali e turistiche in grado di favorire la creazione di strutture ricettive di qualità per avere turismo tutto l'anno. Un Puc, quello proposto da Forcieri, che dovrà prevedere il molo crociere non previsto nel Piano appena approvato dal consiglio comunale, ma che resta una priorità del Piano regolatore portuale. A questi aspetti si affianca quello di nuove politiche per il commercio, con lo stop ai grandi centri commerciali e l'avvio di un percorso per un nuovo mercato coperto in Piazza Cavour.
Al secondo punto c'è il welfare, con la volontà di fornire maggiori finanziamenti per le famiglie e i servizi alla persona dedicando a essi il 50 per cento della tassa di soggiorno. Il restante 50 per cento sarò dedicato alla cultura e al territorio.
La terza azione da mettere in campo nei primi cento giorni è la revisione del servizio di raccolta dei rifiuti: no al porta a porta come dogma. Forcieri ritiene necessario rivedere la modalità, ritenuta troppo onerosa per i cittadini e colpevole di aver lasciato troppo spesso la città in condizioni pessime. Via allora alla valutazione di modelli alternativi.
Quarto punto è quello della sicurezza nelle strade e nei quartieri, aumentando le pattuglie in servizio in città, soprattutto la notte, attraverso accordi specifici con le forze dell'ordine e riorganizzazione il servizio di Polizia municipale.
Infine l'ex presidente dell'Autorità portuale propone l'istituzione di un assessore di quartiere per dare a ogni zona della città un punto di riferimento fisso in giunta con il quale poter interloquire costantemente dei problemi specifici delle diverse aree.

Ad aprire le danze in Piazza Mentana è stato Franco Vaira, capolista di "Al lavoro per Spezia", che ha stigmatizzato le politiche economiche delle ultime amministrazioni. "L'economia della città è cambiata negli ultimi 20 anni, con la fine del sistema parastatale, ma chi ha governato non ha saputo cogliere questo cambiamento. Il risultato sono 12mila disoccupati e 6mila abitanti in meno rispetto al 1921. Attività ed esercizi chiudono le saracinesche, così si impoverisce la città, sotto il profilo della socialità e della sicurezza. E si acuiscono le disuguaglianze sociali. Ci sono centinaia di famiglie in attesa di una casa popolare e migliaia di appartamenti vuoti. Per questo vogliamo sostenere i servizi sociali e i diritti essenziali, mettendo le persone al centro".
Poi Varia si è tolto qualche sassolino dei confronti del Pd e dei sostenitori di Paolo Manfredini: "Il Pd non ha saputo gestire questa situazione economica ed è questo che ha portato alla fine del centrosinistra. Non è colpa nostra. Perché, allora attaccarci dicendo che va tutto bene e darci dei traditori? Hanno detto che noi siamo da psicanalisi? Chiederemo il ricovero coatto per loro, quando Forcieri sarà sindaco.

A margine dell'iniziativa, prima di presentare i cinque punto per i primi cento giorni, lo stesso Forcieri si è intrattenuto con i giornalisti per lanciare qualche bordata agli avversari: "La mia storia parla chiaro, sono di centrosinistra, ma le nostre liste sono trasversali. Siamo un po' alla Macron, trasversali e positivi. Federici è stato tra i peggiori sindaci d'Italia, lo dicono le classifiche nazionali. Per questo c'è una grande voglia di cambiamento, che ho spesso denunciato, ma che non è stata raccolta dal Pd. Hanno preferito scegliere in due o tre il candidato sindaco, secondo il minimo comune denominatore, ma senza pensare al bene della città: cercano di nascondere Federici dietro Manfredini, ma la verità è che non hanno in testa un'idea. Io sono qua per spirito di servizio, mi metto a disposizione: servono forze fresche. Mi attaccano perché faccio paura e ho possibilità di attuare davvero questo cambiamento. Mi hanno cancellato dal Pd - ha concluso - ma non dal cuore di tanti spezzini".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure