Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Novembre - ore 15.25

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Dpcm, Brogi: "Colpiti i locali e le realtà sportive già in difficoltà"

"i sindaci non vanno abbandonati"
Dpcm, Brogi: "Colpiti i locali e le realtà sportive già in difficoltà"

La Spezia - "Sembra strano ma il nuovo DPCM colpisce con una forza inaudita nuovamente il mondo dello sport oltre che quello della somministrazione (bar e ristoranti), che già da tempo sono nell'occhio del ciclone". Lo ha dichiarato l'assessore al Commercio del Comune della Spezia che in una nota prosegue: "Questi blocchi, che a detta del Governo servono per scongiurare nuovi lockdown, sembrano esserne invece il preludio o almeno essere qualcosa di molto simile senza dirlo. Stiamo vivendo un periodo difficilissimo, il clima di paura e tensione è palpabile, ma la strada non può essere sempre quella del colpire i più deboli, quelli senza tutele. Parliamo di regole, bene: il Covid si sconfigge con quelle e con la scienza. Finché la scienza però non avrà trovato un rimedio efficace bisogna introdurre norme stringenti, con pene severe ed esemplari per chi non le rispetta".
"Non possiamo colpire sempre i soliti per cercare di educarne migliaia - scrive Brogi -. Se il problema è la movida si intervenga sulle persone, sanzionando con più forza i trasgressori che fanno assembramenti, chi non rispetta le prescrizioni, chi non indossa la mascherina. Secondo me si dovrebbe arrivare anche all'arresto per chi reitera comportamenti scorretti, ma non chiudiamo o imponiamo limitazioni così stringenti a bar e ristoranti che hanno fatto investimenti per adeguarsi e rispettano con dovizia le prescrizioni, non prendiamocela con il mondo dello sport di base, con le palestre e piscine, con lo sport dei più piccoli. Così rischiamo di mandare la società al collasso".
"Ovviamente ho a cuore la tutela della salute pubblica, ma non si può calare la scure su tutti a caso ogni volta che non si è in grado di governare un problema - si legge nella nota -.Il Covid è una cosa serissima, una malattia che quando prende fa male e nessuno vuole assistere al ripetersi delle immagini di Bergamo, ma gli strumenti per fare in modo che le regole siano rispettate sono altri. Come diceva il detto popolare qui si guarda al dito e non alla luna. Così si comporta il Governo per risolvere il problema, guarda al dito".
"Infine scaricare sui sindaci l'onere di decisioni che potrebbero avere ripercussioni enormi denota una mancanza assoluta di capacità di governare - conclude -: è una norma che ha il solo obiettivo di scaricare sulle spalle dei sindaci, agli occhi dell’opinione pubblica, la responsabilità di istituire il coprifuoco".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News