Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Novembre - ore 10.25

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

De Luca (Pdl): "Segnaletica turistica-culturale imprescindibile per non dimenticare che Spezia non è nata con l'Arsenale"

De Luca (Pdl): "Segnaletica turistica-culturale imprescindibile per non dimenticare che Spezia non è nata con l'Arsenale"

La Spezia - Un'opportuna segnaletica turistica per valorizzare il patrominio culturale cittadino. La chiede il consigliere comunale del Pdl Luidi De Luca che, nel proporre il tema al consiglio comunale, ricorda la storia di questo territorio: "Alla Spezia prevale la convinzione che la città sia nata con il Regio Arsenale Militare nel 1860, ma esistono diversi reperti storici che ci richiamano alla storia passata tra i quali spicca certamente il Castello San Giorgio. La Spezia ha avuto un ruolo di rilievo a partire dal Medioevo dove gli uomini e le donne abitavano in questa riva del Golfo. La Signoria di Nicolò Fieschi portò Spezia ad acquisire un ruolo egemone nel Levante Ligure. Questa presenza ha lasciato qualche traccia come in Via Calatafimi, all'angolo con Via Marsala, dove si evidenziano a vista dei conci regolari e ben squadrati frutto di una lavorazione diffusa a partire dall’XI secolo. Ciò indica l’esistenza di un edificio di particolare prestigio a causa dei costi della lavorazione delle pietre. Questi conci erano lasciati a vista per ostentarne l’accurata lavorazione. La muratura mostra la floridezza e il benessere economico dei committenti. Questa costruzione può annoverarsi come tipologia diffusa a Genova dal XII al XV secolo,un probabile “Fondaco” aperto su modello genovese con cronologia del 1350 circa".

"Premesso che è preciso dovere di ogni amministrazione comunale valorizzare e salvaguardare il patrimonio storico, artistico e culturale, non si comprendono - continua De Luca - le ragioni per cui vicino a queste testimonianze storico culturali non siano stati apposti cartelli che spiegano la storia del nostro passato, maturando nel contempo un rispetto che altrimenti (anche a causa dell’ignorare) viene facilmente meno con le espressioni che ne conseguono: graffiti e lordure varie. Basterebbe apporre cartelli descrittivi in lingue diverse della storia del reperto storico sia ad uso della cittadinanza sia ad uso dei numerosi turisti che visitano la nostra città".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News